Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

classic Classic list List threaded Threaded
24 messages Options
12
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

stefano campus
Administrator
mi hanno fatto vedere il bando per CONCORSO PUBBLICO, PER ESAMI, PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO E PIENO, DI N. 1 POSTO DI “ADDETTO AI SISTEMI INFORMATIVI E TERRITORIALI” (CAT. C1) PRESSO IL SERVIZIO TECNICO E PIANIFICAZIONE per il parco del gran paradiso [1].

leggendo il testo del bando, la prova teorico-pratica "consisterà nella risoluzione di casi pratici e nella realizzazione di elaborati relativi alle materie di cui all’Allegato B, anche utilizzando tecnologie informatiche per la gestione di un Sistema Informativo Geografico sviluppato con prodotti della famiglia ESRI Arc GIS versione 9.1 o superiore;"

l'allegato B recita:
PROGRAMMA DI ESAME
"• conoscenza dei sistemi GIS e capacità di utilizzo dei programmi di gestione, in particolare ARCGIS e ArcView: analisi, elaborazione di basi dati e loro integrazione in un sistema informativo; organizzazione dei dati disponibili per analisi tematiche; progettazione, acquisizione, aggiornamento, visualizzazione di dati geografici; produzione di documenti di analisi e sintesi dei dati; modalità di divulgazione e distribuzione dati;"

ora la domanda sorge spontanea: ma è legittimo imporre ArcGIS in una prova di concorso, tenendo conto anche la regione piemonte ha pubblicato nel 2009 la Legge regionale n. 9 del 26 marzo 2009 "Norme in materia di pluralismo informatico, sull'adozione e la diffusione del software libero e sulla portabilità dei documenti informatici nella pubblica amministrazione"? [2]

secondo me ci sono gli estremi per un ricorso...

[1] http://tinyurl.com/72vvnux
[2] http://tinyurl.com/piemonte-open
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

Matteo De Stefano
Partecipo al concorso, quindi la questione mi interessa.
Concordo con il punto sollevato, ma ho una curiosità:

trattandosi di un ente nazionale, sarebbe comunque soggetto ai vincoli (o indicazioni) della legge regionale?
Quali sono le direttive nazionali a proposito? Quello piemontese è un caso isolato o sono molte le regioni che hanno scelto questa strada? 





Da: stefano campus <[hidden email]>
A: [hidden email]
Inviato: Martedì 14 Febbraio 2012 11:56
Oggetto: [Gfoss] Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

mi hanno fatto vedere il bando per CONCORSO PUBBLICO, PER ESAMI, PER LA
COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO E PIENO, DI N. 1 POSTO DI “ADDETTO AI
SISTEMI INFORMATIVI E TERRITORIALI” (CAT. C1) PRESSO IL SERVIZIO TECNICO E
PIANIFICAZIONE per il parco del gran paradiso [1].

leggendo il testo del bando, la prova teorico-pratica "consisterà nella
risoluzione di casi pratici e nella realizzazione di elaborati relativi alle
materie di cui all’Allegato B, anche utilizzando tecnologie informatiche per
la gestione di un Sistema Informativo Geografico sviluppato con prodotti
della famiglia ESRI Arc GIS versione 9.1 o superiore;"

l'allegato B recita:
PROGRAMMA DI ESAME
"• conoscenza dei sistemi GIS e capacità di utilizzo dei programmi di
gestione, in particolare ARCGIS e ArcView: analisi, elaborazione di basi
dati e loro integrazione in un sistema informativo; organizzazione dei dati
disponibili per analisi tematiche; progettazione, acquisizione,
aggiornamento, visualizzazione di dati geografici; produzione di documenti
di analisi e sintesi dei dati; modalità di divulgazione e distribuzione
dati;"

ora la domanda sorge spontanea: ma è legittimo imporre ArcGIS in una prova
di concorso, tenendo conto anche la regione piemonte ha pubblicato nel 2009
la Legge regionale n. 9 del 26 marzo 2009 "Norme in materia di pluralismo
informatico, sull'adozione e la diffusione del software libero e sulla
portabilità dei documenti informatici nella pubblica amministrazione"? [2]

secondo me ci sono gli estremi per un ricorso...

[1] http://tinyurl.com/72vvnux
[2] http://tinyurl.com/piemonte-open


--
View this message in context: http://gfoss-geographic-free-and-open-source-software-italian-mailing.3056002.n2.nabble.com/Concorso-presso-Parco-Nazionale-del-Gran-Paradiso-tp7283490p7283490.html
Sent from the Gfoss -- Geographic Free and Open Source Software - Italian mailing list mailing list archive at Nabble.com.
_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
Non inviate messaggi commerciali.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
569 iscritti al 4.1.2012


_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
Non inviate messaggi commerciali.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
569 iscritti al 4.1.2012
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

Eduard Roccatello | 3DGIS
Il 14/02/12 13:02 , Matteo De Stefano ha scritto:
Partecipo al concorso, quindi la questione mi interessa.
Concordo con il punto sollevato, ma ho una curiosità:

trattandosi di un ente nazionale, sarebbe comunque soggetto ai vincoli (o indicazioni) della legge regionale?
Quali sono le direttive nazionali a proposito? Quello piemontese è un caso isolato o sono molte le regioni che hanno scelto questa strada? 

Molto banalmente penso sia dovuto al fatto di aver già acquisito le licenze di arcgis e che sia quindi tuttora in uso.
Poi io sono dell'idea che comunque arcgis e autocad map bisogna conoscerli a prescindere, nonostante poi si usi altro (meglio se FOSS).

Just my 2 cents.

er
-- 
ing. Eduard Roccatello
Chief Technical Officer

3DGIS geographical information systems
tel. +39 0425 166 60 20
mob. +39 347 122 9712
web. www.3dgis.it

_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
Non inviate messaggi commerciali.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
569 iscritti al 4.1.2012
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

pcav
Il 14/02/2012 13:06, Eduard Roccatello | 3DGIS ha scritto:

Poi io sono dell'idea che comunque arcgis e autocad map bisogna conoscerli a prescindere, nonostante poi si usi altro (meglio se FOSS).
Non mi pare che sia una necessita'. Anzi.
Saluti.
-- 
Paolo Cavallini
See: http://www.faunalia.it/pc

_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
Non inviate messaggi commerciali.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
569 iscritti al 4.1.2012
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

Eduard Roccatello | 3DGIS
Il 14/02/12 13:07 , Paolo Cavallini ha scritto:
Il 14/02/2012 13:06, Eduard Roccatello | 3DGIS ha scritto:

Poi io sono dell'idea che comunque arcgis e autocad map bisogna conoscerli a prescindere, nonostante poi si usi altro (meglio se FOSS).
Non mi pare che sia una necessita'. Anzi.
Saluti.
Se vuoi restare chiuso nel tuo orticello non è una necessità ma io sono sempre dell'idea che è bene conoscere anche cosa fanno gli altri e non chiudersi nella propria visione, che per quanto ampia è per definizione limitata.

Ripeto, my 2 cents e chiudo :-)
-- 
ing. Eduard Roccatello
Chief Technical Officer

3DGIS geographical information systems
tel. +39 0425 166 60 20
mob. +39 347 122 9712
web. www.3dgis.it

_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
Non inviate messaggi commerciali.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
569 iscritti al 4.1.2012
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

Sandro Santilli
On Tue, Feb 14, 2012 at 01:10:59PM +0100, Eduard Roccatello | 3DGIS wrote:

> Il 14/02/12 13:07 , Paolo Cavallini ha scritto:
> >Il 14/02/2012 13:06, Eduard Roccatello | 3DGIS ha scritto:
> >>
> >>Poi io sono dell'idea che comunque arcgis e autocad map bisogna
> >>conoscerli a prescindere, nonostante poi si usi altro (meglio se
> >>FOSS).
> >Non mi pare che sia una necessita'. Anzi.
> >Saluti.
> Se vuoi restare chiuso nel tuo orticello non è una necessità ma io
> sono sempre dell'idea che è bene conoscere anche cosa fanno gli
> altri e non chiudersi nella propria visione, che per quanto ampia è
> per definizione limitata.

Non si tratta di restare nel proprio orticello ma semplicamente
di evitare gli orticelli recintati col filo spinato.

E' utile dare un'occhiata a tutti gli strumenti, liberi o meno,
come e' utile in generale guardarsi attorno, per stimolare nuove
idee. Ma se per partecipare ad un concorso bisogna compare la
licenza d'uso di uno strumento in particolare a me sembra una vera
e propria mazzetta.

--strk;

  ,------o-.
  |   __/  |    Delivering high quality PostGIS 2.0 !
  |  / 2.0 |    http://strk.keybit.net
  `-o------'

_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
Non inviate messaggi commerciali.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
569 iscritti al 4.1.2012
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

Eduard Roccatello | 3DGIS
Il 14/02/12 14:56 , Sandro Santilli ha scritto:

> On Tue, Feb 14, 2012 at 01:10:59PM +0100, Eduard Roccatello | 3DGIS wrote:
>> Il 14/02/12 13:07 , Paolo Cavallini ha scritto:
>>> Il 14/02/2012 13:06, Eduard Roccatello | 3DGIS ha scritto:
>>>> Poi io sono dell'idea che comunque arcgis e autocad map bisogna
>>>> conoscerli a prescindere, nonostante poi si usi altro (meglio se
>>>> FOSS).
>>> Non mi pare che sia una necessita'. Anzi.
>>> Saluti.
>> Se vuoi restare chiuso nel tuo orticello non è una necessità ma io
>> sono sempre dell'idea che è bene conoscere anche cosa fanno gli
>> altri e non chiudersi nella propria visione, che per quanto ampia è
>> per definizione limitata.
> Non si tratta di restare nel proprio orticello ma semplicamente
> di evitare gli orticelli recintati col filo spinato.
>
> E' utile dare un'occhiata a tutti gli strumenti, liberi o meno,
> come e' utile in generale guardarsi attorno, per stimolare nuove
> idee. Ma se per partecipare ad un concorso bisogna compare la
> licenza d'uso di uno strumento in particolare a me sembra una vera
> e propria mazzetta.
>
Sono d'accordo ma la trial di ArcGIS si scarica dal sito e dura 60 giorni.
Non serve comprarlo per fare pratica :)

Secondo me si sta polemizzando su una cosa sacrosanta (la pluralità e la
libertà del software) sulla quale è bene sensibilizzare ma che non deve
passare attraverso la colpevolizzazione dell'ufficio tecnico di turno.
Magari nessuno gli ha ancora fatto conoscere soluzioni migliori di ArcGIS.

Just my 2 cents :)

--
ing. Eduard Roccatello
Chief Technical Officer

3DGIS geographical information systems
tel. +39 0425 166 60 20
mob. +39 347 122 9712
web. www.3dgis.it

_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
Non inviate messaggi commerciali.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
569 iscritti al 4.1.2012
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

Stefano Costa
In reply to this post by stefano campus
Quoting stefano campus <[hidden email]>:

> ora la domanda sorge spontanea: ma è legittimo imporre ArcGIS in una prova
> di concorso, tenendo conto anche la regione piemonte ha pubblicato nel 2009
> la Legge regionale n. 9 del 26 marzo 2009 "Norme in materia di pluralismo
> informatico, sull'adozione e la diffusione del software libero e sulla
> portabilità dei documenti informatici nella pubblica amministrazione"? [2]
>
> secondo me ci sono gli estremi per un ricorso...

Qualche osservazione:
il parco è nazionale quindi vale la legge nazionale: DECRETO LEGISLATIVO 7 marzo
2005, n. 82, art. 68
http://www.normattiva.it/atto/caricaDettaglioAtto?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2005-05-16&atto.codiceRedazionale=005G0104&currentPage=1
che però riguarda l'acquisizione di software da parte della PA e non norma i
passaggi successivi.

È comunque altamente probabile che le conoscenze richieste siano in pratica
totalmente astraibili dal singolo software utilizzato (a maggior ragione visto
che viene indicato ArcView... non so se vi rendete conto).

Io penso che valga la pena verificare con una persona competente la legittimità
del bando. E per chi la pensa diversamente: vi sentireste più sereni se il
parco emettesse un bando in cui si richiedesse la capacità di guidare
autovetture di una certa casa produttrice (invece che, ad esempio, guidare su
strade di montagna)? Ovviamente no.

Ciao,
steko

--
Stefano Costa
http://www.iosa.it/ Open Archaeology

_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
Non inviate messaggi commerciali.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
569 iscritti al 4.1.2012
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

stefano campus
Administrator
In reply to this post by Eduard Roccatello | 3DGIS
chiedo scusa, ma non sono d'accordo.
l'aggiornamento professionale nasce non solo dal rappresentante commerciale che ti propone altre soluzioni ma, anche e soprattutto, dalla propria iniziativa.
visto che le licenze sono pagate con i soldi del contribuente credo sia un dovere verificare periodicamente la possibilità di fare le stesse cose senza pagare una licenza. Piuttosto è meglio che i soldi risparmiati per le licenze siano investiti in formazione o meglio ancora in sviluppo.

non apro il discorso ad esempio di ms office vs libre/open office. non credo di sbagliare di molto se dico che tutta la PA potrebbe tranquillamente utilizzare un pacchetto office open senza che la produttività/qualità si sposti di alcunchè.
certo che il passaggio non costa gratis: la formazione è necessaria, ma non oso immaginare quanto la PA spende in licenze enterprise (si chiameranno così?) per ms office.

nella mia esperienza, la maggior parte dei colleghi che utilizzano software GIS potrebbe anche accontentarsi di un semplice visualizzatore. Non fanno analisi spaziali, ignorano le enormi potenzialità offerte e sono ancorati a vecchie installazioni arcview 3.1 (che peraltro in alcune cose gode ancora di ottima salute) oppure sono migrati a arcgis 9.x per fare esattamente le stesse cose: sovrapposizioni con trasparenze e poco più.

non credo che i tempi siano ancora maturi, ma prima o poi la corte dei conti dovrà chiedersi se queste sono o meno spese giustificabili.

per quanto riguarda l'osservazione sulla normativa regionale concorrente (piemonte e val d'aosta) non so dire.
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

R: Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

Giuseppe Pulighe
La questione è la stessa per le prova di informatica di qualsiasi concorso pubblico; avete mai partecipato? Prova con foglio di calcolo, database relazionale e videoscrittura, nei bandi in genere non menzionano software, ma alla fine sapete che sistema operativo e software vengono utilizzati? È evidente che se una pubblica amministrazione ha in casa quei prodotti, su quelli ti fa fare la prova.
Alla fine penso che per questo concorso non cambi molto, nel senso che i riferimenti ad arcgis potrebbero anche scomparire, ma alla fine le prove pratiche verranno comunque espletate su quel prodotto


-----Messaggio originale-----
Da: [hidden email] [mailto:[hidden email]] Per conto di stefano campus
Inviato: martedì 14 febbraio 2012 15:40
A: [hidden email]
Oggetto: Re: [Gfoss] Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

chiedo scusa, ma non sono d'accordo.
l'aggiornamento professionale nasce non solo dal rappresentante commerciale
che ti propone altre soluzioni ma, anche e soprattutto, dalla propria
iniziativa.
visto che le licenze sono pagate con i soldi del contribuente credo sia un
dovere verificare periodicamente la possibilità di fare le stesse cose senza
pagare una licenza. Piuttosto è meglio che i soldi risparmiati per le
licenze siano investiti in formazione o meglio ancora in sviluppo.

non apro il discorso ad esempio di ms office vs libre/open office. non credo
di sbagliare di molto se dico che tutta la PA potrebbe tranquillamente
utilizzare un pacchetto office open senza che la produttività/qualità si
sposti di alcunchè.
certo che il passaggio non costa gratis: la formazione è necessaria, ma non
oso immaginare quanto la PA spende in licenze enterprise (si chiameranno
così?) per ms office.

nella mia esperienza, la maggior parte dei colleghi che utilizzano software
GIS potrebbe anche accontentarsi di un semplice visualizzatore. Non fanno
analisi spaziali, ignorano le enormi potenzialità offerte e sono ancorati a
vecchie installazioni arcview 3.1 (che peraltro in alcune cose gode ancora
di ottima salute) oppure sono migrati a arcgis 9.x per fare esattamente le
stesse cose: sovrapposizioni con trasparenze e poco più.

non credo che i tempi siano ancora maturi, ma prima o poi la corte dei conti
dovrà chiedersi se queste sono o meno spese giustificabili.

per quanto riguarda l'osservazione sulla normativa regionale concorrente
(piemonte e val d'aosta) non so dire.

--
View this message in context: http://gfoss-geographic-free-and-open-source-software-italian-mailing.3056002.n2.nabble.com/Concorso-presso-Parco-Nazionale-del-Gran-Paradiso-tp7283490p7284058.html
Sent from the Gfoss -- Geographic Free and Open Source Software - Italian mailing list mailing list archive at Nabble.com.
_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
Non inviate messaggi commerciali.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
569 iscritti al 4.1.2012
-----
Nessun virus nel messaggio.
Controllato da AVG - www.avg.com
Versione: 2012.0.1913 / Database dei virus: 2112/4808 -  Data di rilascio: 13/02/2012

_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
Non inviate messaggi commerciali.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
569 iscritti al 4.1.2012
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

francesco marucci-2
In reply to this post by Stefano Costa
ciao a tutti,
solo per fare un po' di chiarezza:
quando si parla di ArcView non si intende il "vecchio" ArcView GIS 3.x,
bensì si intende ArcGIS 9.x licenza "Arcview", ovvero la licenza di base, la piu' economica, quella con meno funzionalità (non le licenze Arceditor o Arcinfo, costano bei soldoni in piu').

comunque una bella discussione:
la parola "libertà" (che usiamo spesso), non dovrebbe anche essere rivolta a chi vuole usare "altro" software GIS ?
NO, direte voi, se vengono "sperperati" soldi pubblici.
ma chi decide che è uno "sperpero" ?

altra provocazione:
e se il Parco non sa che esiste "altro" software GIS, non è anche un pochino colpa "nostra" ?

saluti,
francesco

ps
ci vediamo a Trieste e ne parliamo con calma ?


Il giorno 14 febbraio 2012 15:34, Stefano Costa <[hidden email]> ha scritto:


È comunque altamente probabile che le conoscenze richieste siano in pratica
totalmente astraibili dal singolo software utilizzato (a maggior ragione visto
che viene indicato ArcView... non so se vi rendete conto).


_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
Non inviate messaggi commerciali.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
569 iscritti al 4.1.2012
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

Alessandro Pasotti
In data martedì 14 febbraio 2012 18:20:25, francesco marucci ha scritto:

> ciao a tutti,
> solo per fare un po' di chiarezza:
> quando si parla di ArcView non si intende il "vecchio" ArcView GIS 3.x,
> bensì si intende ArcGIS 9.x licenza "Arcview", ovvero la licenza di base,
> la piu' economica, quella con meno funzionalità (non le licenze Arceditor o
> Arcinfo, costano bei soldoni in piu').
>
> comunque una bella discussione:
> la parola "libertà" (che usiamo spesso), non dovrebbe anche essere rivolta
> a chi vuole usare "altro" software GIS ?


Credo che nel contesto di questa lista (Geographical Free Open-Source
Software) libertà sia sopratutto da intendersi nel contesto del software
libero (vedi definizione di Stallmann, non penso sia il caso di ricordarla).

Quindi liberissimi di usare altro software, purchè sia software libero :)


--
Alessandro Pasotti
itOpen - "Open Solutions for the Net Age"
w3:  www.itopen.it
Linux User# 167502
_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
Non inviate messaggi commerciali.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
569 iscritti al 4.1.2012
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

GEOgrafica
Il giorno 14/feb/12, alle ore 18:33, Alessandro Pasotti ha scritto:


> Quindi liberissimi di usare altro software, purchè sia software  
> libero :)
>

La famosa libertà condizionata. :)

Scusate la freddura, ma mi e' venuta spontanea....

Sara' che siamo ancora a -7° e mi si e' appena scaricata la batteria  
dell'auto.
Ciao
Marco

_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
Non inviate messaggi commerciali.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
569 iscritti al 4.1.2012
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

Stefano Costa
In reply to this post by francesco marucci-2
Il giorno mar, 14/02/2012 alle 18.20 +0100, francesco marucci ha
scritto:

Francesco,

> la parola "libertà" (che usiamo spesso), non dovrebbe anche essere
> rivolta a chi vuole usare "altro" software GIS ?
> NO, direte voi, se vengono "sperperati" soldi pubblici.
> ma chi decide che è uno "sperpero" ?

lo sperpero di soldi pubblici non c'entra niente con la libertà.
Semplicemente, se parliamo di software, libertà significa poter usare
il software, modificarlo e redistribuirlo. La "libertà di scelta"
applicata al software dal mio punto di vista è una interpretazione
fortemente limitata, che fa del software un bene di consumo: vado al
supermercato e ho una favolosa "libertà di scelta" tra 3 marche. Ma non
chiedo né che gli altri la pensino così né che sia questo il criterio
adottato dalla PA. Però ...

> altra provocazione:
> e se il Parco non sa che esiste "altro" software GIS, non è anche un
> pochino colpa "nostra" ?

... l'ignoranza della legge non è ammessa per nessuno. Figuriamoci per
una amministrazione dello Stato. Quindi: no, non è colpa di nessun
altro. Non mi sembra tra l'altro che negli ultimi 10 anni siano mancate
le iniziative divulgative e promozionali.

Inoltre, io non sono né un professionista né lavoro in una azienda. Mi
interessa che la competizione sul mercato sia equa, come in tutti gli
altri settori della vita sociale ed economica. Ma curare gli aspetti
promozionali delle offerte basate su software libero presso i
committenti è evidentemente una attività che compete a chi ha un ritorno
economico.

Ciao
steko

_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
Non inviate messaggi commerciali.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
569 iscritti al 4.1.2012
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

Andrea Peri
In reply to this post by stefano campus
>> altra provocazione:
>> e se il Parco non sa che esiste "altro" software GIS, non è anche un
>> pochino colpa "nostra" ?
>
>... l'ignoranza della legge non è ammessa per nessuno. Figuriamoci per
>una amministrazione dello Stato. Quindi: no, non è colpa di nessun
>altro. Non mi sembra tra l'altro che negli ultimi 10 anni siano mancate
>le iniziative divulgative e promozionali.
>

Non concordo nel considerare ignoranza l'aver scelto un software al posto di un altro.
E le iniziative promozionali/fivulgative sono un momento pubblicitario necessario , ma non sufficiente.

Probabilmente richiedono quel software perche' hanno gia' un background e un know-how consolidato, e in questi periodi di crisi, non potendo investire
in una ripartenza con altri strumenti puntano a consolidare gli attuali.
Questo non vuol dire necessariamente spendere altri fondi nelle licenze commerciali. Uno puo' anche non rinnovare la manutenzione al software commerciale senza con
questo rinunciare a usarlo.

Questo non vuol dire che il software commerciale sia superiore, ma occorre essere realisti:
Se un software è funzionale al lavoro che si deve fare, non serve cambiarlo.
NOn per una questione di principio. Caso mai l'occasione arriva quando si deve fare qualcosa che il software commerciale non fa' o fà non suffientemente bene.
E' in quei momenti che si volge lo sguardo seriamente al software GFoss, piu' che nei momenti di divulgazione pubblicitaria, che in genere entrano da un orecchio e escono dall'altro.
Anche quando a farli sono i commerciali dii certi softwares commerciali.
Poi una volta entrati in contatto con le potenzialita' ecco che si apre una breccia che piano piano si allarga sempre piu'...

E per quanto riguarda la selezione di un tecnico GIS, certamente il bando dice che cercano un tecnico esperto di ArcGIS, ma questo non vuol dire necessariamente che in
futuro non debbano passare ad altro.
Non e' mica che chi usa software GIS commerciali ha il cervello molle. Forse qualcuno sì, ma non tutti,
ne conosco di molto bravi e competenti.

Io mi sto' formando una opinione alternativa.
Una volta si diceva che all'inizio uno usava il software gfoss perche' gratuito e poi quando acquisiva esperienza passava a quello commerciale perche' piu' serio e professionale.

Io , ora ribalterei il paradigma.
All'inizio uno impare sulle trial dei software commerciali , facili e immediate.
Pensate per essere comprensibili all'utente low-profile.
Poi l'utente, se è predisposto, se cresce, inizia a usare le versioni commerciali dei prodotti su cui e' cresciuto,
ma a un certo punto quando si evolve e diviene un power-user ecco che il mondo che conosceva non gli basta piu'.
Nuove esigenze, nuovi problemi, sempre piu' complessi, le soluzioni chiuse cominciano a diventare troppo strette e lmitate.
E' a questo momento che volge lo sguardo al mondo GFoss, una soffitta piena di cose curiose, ma anche di veri e propri tesori inaspettati.

E questa è anche una buona situazione di equilibrio in cui riecono a coesistere sia softwares commerciali che Gfoss, senza che uno elimini l'altro.

--
-----------------
Andrea Peri
. . . . . . . . .
qwerty àèìòù
-----------------


_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
Non inviate messaggi commerciali.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
569 iscritti al 4.1.2012
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

Carlo Cormio
In reply to this post by Stefano Costa
Scusate, mi pare si stia tornando alle discussioni di circa un anno fa
(oggetto: dipendenza da software proprietario).

Sempre bello ed utile il confronto, ma i toni accesi e "chiusi" non
aiutano la crescita di nessuno, intasano solo le caselle e-mail.

A tratti mi pare di capire che, nonostante si proponga l'apertura
mentale, alcuni di noi sarebbero capaci di "imporre" l'uso di software
libero a chi, per scelta o meno, sa utilizzare software proprietario
(ricordiamo che la differenza principale non è nel prezzo ma nelle
possibilità di sviluppo del codice sorgente).

Che si possa e si debba spingere ad una migrazione verso i FOSS è chiaro
ed indiscutibile (a mio avviso), ma credo sia cosa diversa dalle
competenze richieste per una posizione di lavoro, che possono essere
dettate dalla struttura del soggetto proponente e non necessariamente
devono essere condannate.

Poi concordo con Eduard: conoscere il proprio "nemico" è fondamentale
per stare sempre un passo avanti (la cecità è una brutta bestia).

Saluti gelati a tutti,

Carlo
_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
Non inviate messaggi commerciali.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
569 iscritti al 4.1.2012
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Fwd: Re: Re: Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

Carlo Cormio
Scusate, mi pare si stia tornando alle discussioni di circa un anno fa
(oggetto: dipendenza da software proprietario).

Sempre bello ed utile il confronto, ma i toni accesi e "chiusi" non
aiutano la crescita di nessuno, intasano solo le caselle e-mail.

A tratti mi pare di capire che, nonostante si proponga l'apertura
mentale, alcuni di noi sarebbero capaci di "imporre" l'uso di software
libero a chi, per scelta o meno, sa utilizzare software proprietario
(ricordiamo che la differenza principale non è nel prezzo ma nelle
possibilità di sviluppo del codice sorgente).

Che si possa e si debba spingere ad una migrazione verso i FOSS è chiaro
ed indiscutibile (a mio avviso), ma credo sia cosa diversa dalle
competenze richieste per una posizione di lavoro, che possono essere
dettate dalla struttura del soggetto proponente e non necessariamente
devono essere condannate.

Poi concordo con Eduard: conoscere il proprio "nemico" è fondamentale
per stare sempre un passo avanti (la cecità è una brutta bestia).

Saluti gelati a tutti,

Carlo
_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
Non inviate messaggi commerciali.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
569 iscritti al 4.1.2012
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Fwd: Re: Re: Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

Alessandro Pasotti
In data mercoledì 15 febbraio 2012 12:17:15, Carlo Cormio ha scritto:
> Scusate, mi pare si stia tornando alle discussioni di circa un anno fa
> (oggetto: dipendenza da software proprietario).
>
> Sempre bello ed utile il confronto, ma i toni accesi e "chiusi" non
> aiutano la crescita di nessuno, intasano solo le caselle e-mail.

I toni mi pare che siano più che garbati e sobri.

>
> A tratti mi pare di capire che, nonostante si proponga l'apertura
> mentale, alcuni di noi sarebbero capaci di "imporre" l'uso di software
> libero a chi, per scelta o meno, sa utilizzare software proprietario

Mi pare che stessimo parlando di un ente pubblico.

IMHO un ente pubblico dovrebbe perseguire alcuni obbiettivi che solo il SW
libero può dare, primo tra tutti l'indipendenza dal fornitore.

Per non parlare poi dei formati...
... o degli aspetti economici, che nel caso di un ente pubblico (e di questi
tempi) sono particolarmente importanti per noi cittadini.

I privati sono ovviamente liberi di fare come gli pare ma personalmente
ritengo giusto e doveroso imporre a un ente pubblico di usare software libero
(se esiste, ovviamente).

Vale la pena, ogni tanto, rammentare che su questa lista si dovrebbe parlare
di sw libero, do per scontato che siamo d'accordo sui vantaggi che il sw
libero ha per tutti, ma a tratti mi pare di capire che forse mi sbaglio :)


--
Alessandro Pasotti
itOpen - "Open Solutions for the Net Age"
w3:  www.itopen.it
Linux User# 167502
_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
Non inviate messaggi commerciali.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
569 iscritti al 4.1.2012
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

Sandro Santilli
In reply to this post by Carlo Cormio
On Wed, Feb 15, 2012 at 10:20:10AM +0100, Carlo Cormio wrote:

> A tratti mi pare di capire che, nonostante si proponga l'apertura
> mentale, alcuni di noi sarebbero capaci di "imporre" l'uso di
> software libero a chi, per scelta o meno, sa utilizzare software
> proprietario (ricordiamo che la differenza principale non è nel
> prezzo ma nelle possibilità di sviluppo del codice sorgente).

Stavo discutendo stamane con dei colleghi sul fatto che ognuno
sa far meglio le cose nel modo in cui ha imparato a farle, ovvero
con gli strumenti che ha deciso o per altre ragioni si e' trovato
ad usare. Non ci piove. E' un dato di fatto.

Imporre a qualcuno di fare le cose in un'altro modo e' sicuramente
uno svantaggio a breve termine. L'individuo deve imparare cose nuove
e quindi affrontare un periodo di adattamento.

A lungo termine "imparare" qualcosa di nuovo e' generalmente un bene,
se quel che si impara puo' essere applicato anche in altri casi.
Imparare qualcosa e' un chiaro investimento per il futuro.
Imparo qualcosa facendo fatica oggi perche' domani verro' ripagato
di quella fatica con una maggior facilita' o applicabilita' di quel
che ho imparato.

Nessuno dovrebbe imporre a nessun singolo scelte d'investimento sul
proprio futuro. Io considero un'investimento sul software proprietario
come perdente ma poi ognuno faccia quel che crede.

Ma una pubblica amministrazione e' appunto quell'ente che delegato
dal pubblico decide come investire il denaro di cui dispone grazie
al contributo che riceve da ognuno di noi. E sono lacrime e sangue.
Quindi mi permetto di dire la mia (in qualita' di membro del popolo
sovrano) sulle scelte d'investimento delle amministrazioni pubbliche.

Chi sa utilizzare solo software proprietario andrebbe aiutato a
liberarsi, perche' la sola conoscenza di software proprietario mette
un'ipoteca sulla possibilita' di fare altro.

Ho grossi dubbi che il lavoro da svolgere per il parco nazionale
possa essere svolto soltanto con prodotti ESRI, e mi auguro che
gli amministratori trovino un modo piu' sostenibile per fare le
stesse cose, facendosi anche aiutare da chi partecipando al concorso
potrebbe portare una ventata di aria fresca.

--strk;

  ,------o-.
  |   __/  |    Delivering high quality PostGIS 2.0 !
  |  / 2.0 |    http://strk.keybit.net
  `-o------'

_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
Non inviate messaggi commerciali.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
569 iscritti al 4.1.2012
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Concorso presso Parco Nazionale del Gran Paradiso

Giuseppe Sucameli
In reply to this post by Carlo Cormio
Ciao a tutti,

giuro non capisco... Si continua ad elogiare il software libero e nella stessa
frase asserire che e' necessario conoscere e saper usare il software
proprietario.

Si parla di discussioni accese, di visioni chiuse, e poi non si riesce a
prendere per buone (come pareri personali) le posizioni di chi invece il
software proprietario non lo digerisce.

Dov'e' questa "apertura di vedute"?

L'unico aperto in questa discussione mi e' sembrato (vi sembrera' strano)
Sandro Santilli, ha espresso il suo parere senza filtri (a differenza di altri
preoccupati per il possibile flame) ma ha anche detto che la conoscenza degli
strumenti e' utile a prescindere se siano aperti o chiusi.

Non posso essere assolutamente d'accordo con chi scrive che il sw libero e'
bello, e' meglio, bisognerebbe usarlo sempre, ma che il sw chiuso bisogna
conoscerlo "a prescindere"... Perche' mai?
Per mia natura tutte le frasi che iniziano con un'affermazione seguita da "ma"
mi risultano all'orecchio un tantino stridenti... a meno che non fossero
seguite da una motivazione valida (che tutte le sante volte tarda ad arrivare).
Devo farmene una ragione... :)

Se l'ente internamente possiede 5Mld di licenze di ArcGIS gia' acquistate bene
(per non dire male), ci si puo' fare ben poco, ovviamente pretendera' che la
prova venga fatta su quello.

Forse e' un pochino colpa "nostra", forse "noi" si poteva fare di piu', forse
sarebbe stato lo stesso. Chi lo sa.
Certo preferirei che i soldi pubblici venissero spesi per servizi al cittadino
piu' che per licenze _d'uso_...

Forse mi sbagliero', ma IMHO questa e' una lista pro-FOSS quindi mi sembra
anche ovvio che le posizioni di alcuni singoli siano only-FOSS, per cui per
piacere non scadiamo sempre nella solita solfa, accusando quelli con pareri
piu' radicali di avere una mentalita' chiusa.

Potrebbe anche essere il contrario, che gli altri hanno una mentalita'
_troppo_ aperta ;)

Just my 2 cents.
Ciao.

--
Giuseppe Sucameli
_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
Non inviate messaggi commerciali.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
569 iscritti al 4.1.2012
12