Crash di Python console in QGIS

classic Classic list List threaded Threaded
13 messages Options
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Crash di Python console in QGIS

Alessandro Sarretta
Ciao a tutti,
volevo provare a imparare a usare la console di Python in QGIS, ma
appena inizio a scrivere qualunque comando (ad es. help(iface)) QGIS
crasha completamente.
Questo è quanto vedo scritto nella shell da cui ho lanciato il comdando
qgis:

Warning: loading of qt translation failed
[/usr/share/qt4/translations/qt_en_US]
Warning: void DBusMenuExporterPrivate::addAction(QAction*, int): Already
tracking action "Toolbox" under id 295
QGIS died on signal 11Could not attach to process.  If your uid matches
the uid of the target
process, check the setting of /proc/sys/kernel/yama/ptrace_scope, or try
again as the root user.  For more details, see /etc/sysctl.d/10-ptrace.conf
ptrace: Operation not permitted.
No thread selected
No stack.
gdb returned 0
Aborted (core dumped)


Ho controllato in /proc/sys/kernel/yama/ptrace_scope e vedo scritto
solamente il numero "1".
E in /etc/sysctl.d/10-ptrace.conf l'unica riga non commentata è
"kernel.yama.ptrace_scope = 1"
Sono su Ubuntu 13.10, QGIS 2.2 installato da ubuntugis unstable.
Qualche idea?
grazie

Ale

--
Alessandro Sarretta

e-mail: [hidden email]
skype: alesarrett
Web: http://ilsarrett.wordpress.com
Twitter: https://twitter.com/alesarrett
Google scholar: http://scholar.google.it/citations?hl=it&user=IsyXargAAAAJ
ORCID: http://orcid.org/0000-0002-1475-8686
ResearchGate: https://www.researchgate.net/profile/Alessandro_Sarretta/

_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
666 iscritti al 22.7.2013
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Crash di Python console in QGIS

Francesco P. Lovergine
On Sat, Mar 22, 2014 at 07:58:37AM +0100, Alessandro Sarretta wrote:

> Ciao a tutti,
> volevo provare a imparare a usare la console di Python in QGIS, ma
> appena inizio a scrivere qualunque comando (ad es. help(iface)) QGIS
> crasha completamente.
> Questo è quanto vedo scritto nella shell da cui ho lanciato il
> comdando qgis:
>
> Warning: loading of qt translation failed
> [/usr/share/qt4/translations/qt_en_US]
> Warning: void DBusMenuExporterPrivate::addAction(QAction*, int):
> Already tracking action "Toolbox" under id 295
> QGIS died on signal 11Could not attach to process.  If your uid
> matches the uid of the target
> process, check the setting of /proc/sys/kernel/yama/ptrace_scope, or try
> again as the root user.  For more details, see /etc/sysctl.d/10-ptrace.conf
>

Il tracking dubito che funzioni senza debugging symbols agganciati alla
catena delle dipendenze. Avevo già ventilato la necessità di mantenere
dei -dbg packages per qgis, senza i quali si brancola abbastanza nel
buio quando capitano crash agli utenti con i pacchetti binari.
Comunque appurerei che effettivamente i binari che stai usando siano
allineati con i tool sottostanti, in altre parole: 'apt-get source qgis &&
apt-get build-dep qgis' e vai di dpkg-buildpackage nella source dir
relativa. Così puoi verificare se il rebuild funziona.

--
Francesco P. Lovergine
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
666 iscritti al 22.7.2013
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Crash di Python console in QGIS

Francesco P. Lovergine
On Sat, Mar 22, 2014 at 11:24:04AM +0100, Francesco P. Lovergine wrote:
> Il tracking dubito che funzioni senza debugging symbols agganciati alla
> catena delle dipendenze. Avevo già ventilato la necessità di mantenere
> dei -dbg packages per qgis, senza i quali si brancola abbastanza nel
> buio quando capitano crash agli utenti con i pacchetti binari.
> Comunque appurerei che effettivamente i binari che stai usando siano
> allineati con i tool sottostanti, in altre parole: 'apt-get source qgis &&
> apt-get build-dep qgis' e vai di dpkg-buildpackage nella source dir
> relativa. Così puoi verificare se il rebuild funziona.
>

Ti posso confermare che con la 2.2 appena caricata in sid, la console
funziona regolarmente. Quindi ti suggerisco di seguire il mio precedente
suggerimento...

--
Francesco P. Lovergine
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
666 iscritti al 22.7.2013
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Crash di Python console in QGIS

Alessandro Sarretta
In reply to this post by Francesco P. Lovergine
Grazie Francesco e scusa l'ignoranza, ma cosa mi stai suggerendo di
fare? :-)
Tanto per capirci qualcosa....
Ho provato a lanciare

apt-get source qgis &&
apt-get build-dep qgis

e quando ho visto che mi stava chiedendo di scaricare qgis 1.7.4

Reading package lists... Done
Building dependency tree
Reading state information... Done
NOTICE: 'qgis' packaging is maintained in the 'Git' version control system at:
git://git.debian.org/git/pkg-grass/qgis.git
Need to get 30.1 MB of source archives.
Get:1 http://us.archive.ubuntu.com/ubuntu/ saucy/universe qgis 1.7.4+1.7.5~20120320-1.1ubuntu1 (dsc) [3,095 B]
Get:2 http://us.archive.ubuntu.com/ubuntu/ saucy/universe qgis 1.7.4+1.7.5~20120320-1.1ubuntu1 (tar) [30.1 MB]

mi sono fermato...
Qualche altro indizio?
grazie mille

Ale


On 03/22/2014 11:24 AM, Francesco P. Lovergine wrote:

> On Sat, Mar 22, 2014 at 07:58:37AM +0100, Alessandro Sarretta wrote:
> Il tracking dubito che funzioni senza debugging symbols agganciati alla
> catena delle dipendenze. Avevo già ventilato la necessità di mantenere
> dei -dbg packages per qgis, senza i quali si brancola abbastanza nel
> buio quando capitano crash agli utenti con i pacchetti binari.
> Comunque appurerei che effettivamente i binari che stai usando siano
> allineati con i tool sottostanti, in altre parole: 'apt-get source qgis &&
> apt-get build-dep qgis' e vai di dpkg-buildpackage nella source dir
> relativa. Così puoi verificare se il rebuild funziona.
>


--
Alessandro Sarretta

e-mail: [hidden email]
skype: alesarrett
Web: http://ilsarrett.wordpress.com
Twitter: https://twitter.com/alesarrett
Google scholar: http://scholar.google.it/citations?hl=it&user=IsyXargAAAAJ
ORCID: http://orcid.org/0000-0002-1475-8686
ResearchGate: https://www.researchgate.net/profile/Alessandro_Sarretta/

_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
666 iscritti al 22.7.2013
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Crash di Python console in QGIS

Francesco P. Lovergine
On Sun, Mar 23, 2014 at 12:21:34AM +0100, Alessandro Sarretta wrote:

> Grazie Francesco e scusa l'ignoranza, ma cosa mi stai suggerendo di fare?
> :-)
> Tanto per capirci qualcosa....
> Ho provato a lanciare
>
> apt-get source qgis &&
> apt-get build-dep qgis
>
> e quando ho visto che mi stava chiedendo di scaricare qgis 1.7.4
>

Devi aggiungere il source repository relativo alla versione che devi buildare
che evidentemente non hai inserito nel tuo sources.list.

--
Francesco P. Lovergine
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
666 iscritti al 22.7.2013
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Crash di Python console in QGIS

Alessandro Sarretta
Ok, sono arrivato alla fine della procedura suggerita da Francesco, ma
il crash continua a ripetersi.
Può c'entrare qualcosa il seguente messaggio che appare al lancio di
qgis da shell?

Warning: loading of qt translation failed
[/usr/share/qt4/translations/qt_en_US]
Warning: void DBusMenuExporterPrivate::addAction(QAction*, int): Already
tracking action "Toolbox" under id 295

grazie
Ale

On 03/23/2014 03:05 PM, Francesco P. Lovergine wrote:

> On Sun, Mar 23, 2014 at 12:21:34AM +0100, Alessandro Sarretta wrote:
>> Grazie Francesco e scusa l'ignoranza, ma cosa mi stai suggerendo di fare?
>> :-)
>> Tanto per capirci qualcosa....
>> Ho provato a lanciare
>>
>> apt-get source qgis &&
>> apt-get build-dep qgis
>>
>> e quando ho visto che mi stava chiedendo di scaricare qgis 1.7.4
>>
> Devi aggiungere il source repository relativo alla versione che devi buildare
> che evidentemente non hai inserito nel tuo sources.list.
>


--
Alessandro Sarretta

e-mail: [hidden email]
skype: alesarrett
Web: http://ilsarrett.wordpress.com
Twitter: https://twitter.com/alesarrett
Google scholar: http://scholar.google.it/citations?hl=it&user=IsyXargAAAAJ
ORCID: http://orcid.org/0000-0002-1475-8686
ResearchGate: https://www.researchgate.net/profile/Alessandro_Sarretta/

_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
666 iscritti al 22.7.2013
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Crash di Python console in QGIS

Francesco P. Lovergine
On Mon, Mar 24, 2014 at 11:26:03AM +0100, Alessandro Sarretta wrote:

> Ok, sono arrivato alla fine della procedura suggerita da Francesco, ma il
> crash continua a ripetersi.
> Può c'entrare qualcosa il seguente messaggio che appare al lancio di qgis da
> shell?
>
> Warning: loading of qt translation failed
> [/usr/share/qt4/translations/qt_en_US]
> Warning: void DBusMenuExporterPrivate::addAction(QAction*, int): Already
> tracking action "Toolbox" under id 295
>

È colpa tua che insisti a usare 'sta roba dalle distribuzioni. Inizia a
compilarti a mano la roba, puoi iniziare da libc e gcc e a seguire,
se hai bisogno di una mano Sandro Furieri saprà ben darti una mano,
un mese o due e ci sei...

ROTFL

Scherzi a parte, non ho idea del motivo di una cosa del genere. Ti suggerisco
di installarti una macchina virtuale con la tua distribuzione e qgis
in forma minimale e vedere se non ti si incarta. Potrebbe benissimo essere
che a forza di tirare giù package improbabili e dalle fonti più diverse
hai reso il tutto discretamente instabile.

Sarà mica per quello che qualche deficiente continua a perdere tempo a fare
'ste robe inutili col nome stable/testing/unstable? Mah!

RI-ROTFL

Sandro ti voglio bene lo stesso, pure se non mi apprezzi :-D

--
Francesco P. Lovergine
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
666 iscritti al 22.7.2013
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Crash di Python console in QGIS

a.furieri
On Mon, 24 Mar 2014 12:38:45 +0100, Francesco P. Lovergine wrote:
> Sarà mica per quello che qualche deficiente continua a perdere tempo
> a fare
> 'ste robe inutili col nome stable/testing/unstable? Mah!
>
> RI-ROTFL
>
> Sandro ti voglio bene lo stesso, pure se non mi apprezzi :-D
>

Frankie,

sai benissimo che la stima e' assolutamente reciproca.
mai detto di non apprezzare gli sforzi dei packagers; p.es. se
spatialite si e' irrobustitita e' stato soprattutto grazie agli
sforzi ed ai suggerimenti spesso preziosi dei packagers di Debian,
Fedora e Suse (si, compresi quelli dei rompiscatole come te,
che pero' rompono sempre a ragion veduta e con ottimi argomenti
tecnicamnete piu' che ben fondati, e quindi in ultima analisi
decisamente utili e positivi).

restano comunque due punti oggettivamente critici e per nulla
risolti (almeno per quanto riguarda il mondo SQLite), sui quali
i Linux packagers possono fare evidentemente poco o nulla a
dispetto di tutti i loro sforzi:

1) sistemi WinOZ, Mac, Android, iOS e chi piu' ne ha piu' ne
    metta: dove spesso trovi pacchettizzazioni paranoiche.
    dire "colpa loro che sbagliano a scegliersi la piattaforma"
    ha sicuramente un suo valore teoretico, non e' sempre la
    soluzione pratica piu' adeguata.

2) language connectors & friends (Java, .NET/Mono, Python,
    persino LISP): dove si scatena a dismisura la fantasia piu'
    perversa, e dove ciascuno cerca di recintarsi il proprio
    orticello personale erigendosi staccionate e barriere alla
    disperata ricerca di una qualche interoperatibilita' cross
    platform.
    anche qua: limitarsi ad ignorarli spesso non basta, tanto
    se anche li cacci dalla porta ti rientrano comunque dalla
    finestra.

last but not least: mi spieghi cortesemente cosa ci trovi
di sbagliato nell'approccio Fedora di buttare quasi
immediatamente in distribuzione l'ultimissima versione
di SQLite non appena esce ?
giusto per spiegare meglio: FC20 e' uscita inizialmente
a meta' dicembre distribuendo sqlite 3.8.2; poi hanno
regolarmente seguito tutti i rilasci successivi, e dalla
settimana scorsa distribuiscono l'ultimissima 3.8.4.1
rilasciata l'11 marzo u.s.
sono tutte 3.8.x, aggiornare non implica nessunissimo
rischio, neppure vagamente potenziale: e porta sicuramente
svariati benefici (se non altro, rimuove bug ben noti).

i rischi di incoraggiare implementazioni stravaganti ed
eterodosse "do it yourself" crescono proporzionalmente
alla stagionatura dei system packages che offri, non ti
pare anche a te ?

quando i system packages sono notoriamente obsoleti e
pieni di bug mentre altrettanto notoriamente esistono
versioni successive che invece funzionano perfettamente
bene, quali altre soluzioni mi sapresti suggerire a parte
farti una sana build custom partendo dai sources ? :-D

ciao Sandro

_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
666 iscritti al 22.7.2013
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Crash di Python console in QGIS

Alessandro Sarretta
In reply to this post by Francesco P. Lovergine
Ciao Francesco :-)

On 03/24/2014 12:38 PM, Francesco P. Lovergine wrote:
> È colpa tua che insisti a usare 'sta roba dalle distribuzioni. Inizia a
> compilarti a mano la roba, puoi iniziare da libc e gcc e a seguire,
> se hai bisogno di una mano Sandro Furieri saprà ben darti una mano,
> un mese o due e ci sei...
mmm facciamo che passo al secondo consiglio...
> ROTFL
>
> Scherzi a parte, non ho idea del motivo di una cosa del genere. Ti suggerisco
> di installarti una macchina virtuale con la tua distribuzione e qgis
> in forma minimale e vedere se non ti si incarta. Potrebbe benissimo essere
> che a forza di tirare giù package improbabili e dalle fonti più diverse
> hai reso il tutto discretamente instabile.
Mi sono installato OSGeoLive7.9 e lì funziona.
Per ora mi accontento :-)
grazie

Ale

--
Alessandro Sarretta

e-mail: [hidden email]
skype: alesarrett
Web: http://ilsarrett.wordpress.com
Twitter: https://twitter.com/alesarrett
Google scholar: http://scholar.google.it/citations?hl=it&user=IsyXargAAAAJ
ORCID: http://orcid.org/0000-0002-1475-8686
ResearchGate: https://www.researchgate.net/profile/Alessandro_Sarretta/

_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
666 iscritti al 22.7.2013
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Crash di Python console in QGIS

Francesco P. Lovergine
In reply to this post by a.furieri
On Mon, Mar 24, 2014 at 01:27:17PM +0100, [hidden email] wrote:

> last but not least: mi spieghi cortesemente cosa ci trovi
> di sbagliato nell'approccio Fedora di buttare quasi
> immediatamente in distribuzione l'ultimissima versione
> di SQLite non appena esce ?
> giusto per spiegare meglio: FC20 e' uscita inizialmente
> a meta' dicembre distribuendo sqlite 3.8.2; poi hanno
> regolarmente seguito tutti i rilasci successivi, e dalla
> settimana scorsa distribuiscono l'ultimissima 3.8.4.1
> rilasciata l'11 marzo u.s.
> sono tutte 3.8.x, aggiornare non implica nessunissimo
> rischio, neppure vagamente potenziale: e porta sicuramente
> svariati benefici (se non altro, rimuove bug ben noti).
>

Quasi nulla, tranne per il fatto che *in generale* non si ha
mai la certezza che non venga fuori qualche balzano errore
per quisquilie che nessuno nota o vengono trascurate
perché considerate innocue. E poi si tramutano in una croce
su certe architetture o sotto certe condizioni. Anche
in Debian alcuni software vengono sostituiti sic et simpliciter
perché non c'è altro sistema. È capitato e capita normalmente
con Firefox^WIceweasel, con Mysql ed un pò di altri software.
È ben noto che altri distributori preferiscono un approccio
meno conservativo. Per esempio i ragazzi di Percona aggiornano
spesso per stable il db, col risultato che di tanto in tanto
succede un patatrac ;-)
Poi sai benissimo che non esistono software senza rischio:
cambi solo bug, sostituendo alcuni esistenti con altri nuovi.
Se ti va bene i nuovi bug non li triggeri, se ti va male
sei nella pupù, magari peggio di prima...

> i rischi di incoraggiare implementazioni stravaganti ed
> eterodosse "do it yourself" crescono proporzionalmente
> alla stagionatura dei system packages che offri, non ti
> pare anche a te ?
>
> quando i system packages sono notoriamente obsoleti e
> pieni di bug mentre altrettanto notoriamente esistono
> versioni successive che invece funzionano perfettamente
> bene, quali altre soluzioni mi sapresti suggerire a parte
> farti una sana build custom partendo dai sources ? :-D
>

Segnalare la necessità ed usare - incoraggiando - l'uso di cosette
come i backports per stable ad esempio. Che permettono
di installare roba tipicamente di testing - per es. spatialite 4.1.1
o anche sqlite3 fiammante - all'interno di stable, con un acconcio
rebuild. Il vantaggio è consentire a tutti gli utenti - compresi
quelli che di buildare non ne vogliono sapere/non possono/non sono
in grado - di godere dell'uso di una libreria o una toolchain
aggiornata.

Oppure, visto il contesto, usare testing invece di stable.
Che - mi spiace dirtelo - è stabile quanto la versione stabile
di Fedora ;-)


--
Francesco P. Lovergine
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
666 iscritti al 22.7.2013
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Crash di Python console in QGIS

pcav
Il 24/03/2014 13:56, Francesco P. Lovergine ha scritto:

> Oppure, visto il contesto, usare testing invece di stable.
> Che - mi spiace dirtelo - è stabile quanto la versione stabile
> di Fedora ;-)

Infatti: la cosa che funziona di meno in Debian testing e' il nome; ho
trovato parecchia gente che non lo installava perche' riteneva non fosse
usabile.
Personalmente uso da anni sid (unstable) senza problemi sostanziali.
Saluti.
--
Paolo Cavallini - www.faunalia.eu
QGIS & PostGIS courses: http://www.faunalia.eu/training.html
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
666 iscritti al 22.7.2013
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Crash di Python console in QGIS

Francesco P. Lovergine
In reply to this post by a.furieri
On Mon, Mar 24, 2014 at 01:27:17PM +0100, [hidden email] wrote:
>
> 1) sistemi WinOZ, Mac, Android, iOS e chi piu' ne ha piu' ne
>    metta: dove spesso trovi pacchettizzazioni paranoiche.
>    dire "colpa loro che sbagliano a scegliersi la piattaforma"
>    ha sicuramente un suo valore teoretico, non e' sempre la
>    soluzione pratica piu' adeguata.
>

E qua c'è poco da dire... Chi è cagion del proprio male pianga se stesso.

> 2) language connectors & friends (Java, .NET/Mono, Python,
>    persino LISP): dove si scatena a dismisura la fantasia piu'
>    perversa, e dove ciascuno cerca di recintarsi il proprio
>    orticello personale erigendosi staccionate e barriere alla
>    disperata ricerca di una qualche interoperatibilita' cross
>    platform.
>    anche qua: limitarsi ad ignorarli spesso non basta, tanto
>    se anche li cacci dalla porta ti rientrano comunque dalla
>    finestra.
>

Ci sono linguaggi che sembrano fatti a posta per complicare
l'esistenza di chi li usa, ma devo dire che quelli che li
usano ci mettono spesso tanto di loro, eh! Più il linguaggio
è apparentemente accessibile e più sono le capre che lo usano.
Con risultati prevedibili. Io ho una teoria: i programmatori
dovrebbero partire a programmare dall'assembly per un periodo
significativo e solo in seguito spostarsi su
linguaggi più espressivi, e molto progressivamente.
Solo così si renderebbero veramente conto di quali danni
possono fare programmando in leggerezza.

Maledetti pythonisti/javari/phporci/rubycondi, ecc...

--
Francesco P. Lovergine
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
666 iscritti al 22.7.2013
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Crash di Python console in QGIS

Stefano Salvador

 ...  i programmatori dovrebbero partire a programmare dall'assembly ...

Maledetti pythonisti/javari/phporci/rubycondi, ecc...

scusate ma non resisto:
Ciao,

Stefano
 


_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
666 iscritti al 22.7.2013