ESRI's commitment to open

classic Classic list List threaded Threaded
3 messages Options
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

ESRI's commitment to open

Alessandro Sarretta
Mah... non mi sembra oggi sia il primo di Aprile... :-)
http://blogs.esri.com/esri/esri-insider/2015/12/07/esris-commitment-to-open/

Ale

--

Alessandro Sarretta

skype/twitter: alesarrett
Web: ilsarrett.wordpress.com

Research information:


_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
802 iscritti al 30.11.2015
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: ESRI's commitment to open

a.furieri
On Wed, 16 Dec 2015 18:34:27 +0100, Alessandro Sarretta wrote:
> Mah... non mi sembra oggi sia il primo di Aprile... :-)
>  
> http://blogs.esri.com/esri/esri-insider/2015/12/07/esris-commitment-to-open/
>

in questi ultimi tempi stiamo assistendo a diverse cambi
di strategia abbasatanza bruschi rispetto al passato.

pare proprio che alcuni tra i maggiori produttori di sw
proprietario oggi iniziano a considerare assolutamente normale
e pure giusto e virtuoso incorporare alcuni pezzi significativi
di origine open source direttamente dentro al cuore delle loro
architettute. non solo lo fanno, ma lo sbandierano anche ai
quattro venti senza nessun imbarazzo, anzi direi con un
certo orgoglio.

probabilmente questo annuncio [1] apparso circa due mesi fa e'
passato inosservato ai piu', ma contiene una novita' esplosiva.

per la prima volta nella sua storia Microsoft annuncia
ufficialmente che tutte le versioni di Windows 10
incorporeranno SQLite direttamente dentro allo SDK di
piattaforma e verra' quindi supportato direttamente da
Windows Update etc
per dirla con le stesse parole che usa l'annuncio di MS:

"SQLite non e' stato realizzato qua, ma e' come se lo fosse"

per chi ha la memoria abbastanza lunga da ricordarsi i vecchi
tempi in cui fioccavono le scomuniche ex-cathedra ed in cui
dalle parti di Redmond gia' il solo nominare l'open source
significava evocare le potenze demoniache del Male e' palese
che stiamo assistendo ad una vera e propria inversione di
rotta a 180 gradi.

oggi invece Microsoft riconosce apertamente che SQLite e'
un componente robusto ed affidabile, con un qualita' molto
elevata e con una diffusione praticamenente universale.
su Win10 SQLite non viene semplicemente "tollerato"; MS si
e' spinta ben oltre, fino al punto di trattarlo esattamente
alla  pari con tutti gli altri componenti di  Windows
sviluppati internamente ed inserendolo direttamente dentro
al cuore stesso della piattaforma senza tacerne l'origine.

pare proprio che stiamo assistendo ad una vera e propria
rivoluzione degli scenari abituali. questo non significa
affatto che l'open source abbia ormai definitivamente
sbaragliato gli avversari fino al trionfo finale.
ma sicuramente stiamo facendo dei gran bei passi in
avanti decisamente molto significativi, anche la dove
meno ce lo saremmo atteso.

ciao Sandro


[1] http://engineering.microsoft.com/2015/10/29/sqlite-in-windows-10/
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
802 iscritti al 30.11.2015
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: ESRI's commitment to open

Alessandro Pasotti-2
Il giorno 17 dicembre 2015 10:31, <[hidden email]> ha scritto:
On Wed, 16 Dec 2015 18:34:27 +0100, Alessandro Sarretta wrote:
Mah... non mi sembra oggi sia il primo di Aprile... :-)
 http://blogs.esri.com/esri/esri-insider/2015/12/07/esris-commitment-to-open/


in questi ultimi tempi stiamo assistendo a diverse cambi
di strategia abbasatanza bruschi rispetto al passato.
 


Parole sante Sandro,

per chi vuole scoprire gli arcani motivi che hanno contribuito alla virata, consiglio vivamente questo libretto:
http://shop.oreilly.com/product/0636920033325.do


Ripercorre la storia del sw dagli albori e spiega tra l'altro come l'open source abbia contribuito non poco all'affermarsi del modello SAAS e alle licenze a-tempo.



--
Alessandro Pasotti
w3:   www.itopen.it

_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
802 iscritti al 30.11.2015