R: Resoconto ConfSL Cagliari

classic Classic list List threaded Threaded
1 message Options
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

R: Resoconto ConfSL Cagliari

alessandro.sarretta@inwind.it
Ciao Sandro,
ottimo resoconto, pieno di ottimi spunti anche per il futuro!
Ho solo un appunto da fare riguardo al EUPL: guardando alcuni articoli [1],
[2] e alcune chiacchierate con sviluppatori in ambito Commissione Europea mi
era sembrato di capire che in realtà ci siano alcune incompatibilità tra EUPL e
GPL v3... Non è venuto fuori niente a riguardo? Probabilmente è argomento da
approfondire...
Ale

[1] http://www.eupl.it/opensource/eupl-e-gpl-v3-una-comparazione.html
[2] http://www.osor.eu/communities/eupl/blog/eupl-or-gplv3


----Messaggio originale----
Da: [hidden email]
Data: 14/06/2010 9.45
A: "gfoss"<[hidden email]>
Ogg: [Gfoss] Resoconto ConfSL Cagliari



Come promesso, vi faccio un succinto resoconto
della ConfSL di Cagliari.
http://www.confsl.org/confsl10/

come potete vedere dal programma, il "piatto forte"
della conferenza è consistito in una nutrita serie
di relazioni incentrate sul tema "SW libero e Pubblica
Amministrazione".

Personalmente, sono rimasto piacevolmente sorpreso nel
verificare come ormai esista una pattuglia (agguerrita
ed assai competente) di avvocati e di giuristi che si
occupano prevalentemente di software libero: reputo
la cosa veramente molto interessante e stimolante.

Mi limito a segnalarvi giusto alcuni punti "caldi"
che sono emersi (senza alcuna pretesa di completezza):

a) alcune regioni hanno già fatto leggi sull'open source,
   moltissime altre non hanno fatto nulla.
   Comunque si tratta di materia molto 'delicata', dato che
   la Costituzione assegna allo Stato la competenza esclusiva
   in materia  di diritto d'autore e di libera concorrenza:
   quindi il rischio di introdurre elementi incostituzionali
   nelle normative regionali è molto alto.
   I margini di intervento positivo ci sono, ma occorre
   operare con prudenza ed accortezza.

b) i tempi sono decisamente maturi perchè non si parli
   solo di "free SW" ma anche di "free data": molti governi
   stanno legiferando a tutta velocità, quello italiano è
   sostanzialmente assente.
   invito tutti a leggere questo documento, che (a
   mio parere personale) potremmo tranquillamente
   fare integralmente nostro:
   http://www.whitehouse.
gov/the_press_office/Transparency_and_Open_Government/

c) la EUPL fornisce una piena copertura legale in
   ambito UE: ed è perfettamente compatibile con la
   GPL/LGPL, tanto che alcuni consigliavano di rilasciare
   i ns. packages sotto "double license" GPL+EUPL:
   molto interessate, sicuramente tematica da approfondire.
   http://ec.europa.eu/idabc/eupl

d) a livello più 'filosofico' in molti hanno rivolto un
   pressante invito ad evitare del tutto di usare la
   definizione "open source", usando invece il termine
   "software libero".
   La motivazione è semplice e lineare: "open source" fa
   esclusivo riferimento ad un aspetto tecnico-informatico,
   mentre ignora del tutto gli aspetti etici, sociali e
   politici (che invece devono stare al cuore del processo).
   Insomma, parlare di "open source" è sicuramente riduttivo,
   e può anche ingenerare alcune ambiguità pericolose.
   personalmente concordo pienamente.

e) infine un allarme sollevato da più parti: iniziano
   a nascere svariate iniziative WEB (cloud-computing etc)
   che pur essendo interamente basate su FLOSS, impongono
   alla fine numerose restrizioni tipicamente proprietarie,
   che a volte mettono persino a rischio la libertà e/o la
   riservatezza dei dati forniti dall'utente.
   Purtroppo la GPL ha un "buco": non è esplicitamente
   previsto il caso dei servizi erogati via WEB, e questo
   apre la strada a tutta una serie di possibili abusi.
   Evidentemente, sta a noi vigilare e denunciare quando
   riscontriamo "aberrazioni concettuali" di questo tipo; del
   resto ne abbiamo avuto un esempio abbastanza tipico
   molto recentemente proprio su questa ML.
   
Impegni per il futuro immediato:

================================

- nascerà un gruppo di coordinamento per supportare,
  coordinare e stimolare le varie leggi regionali,
  sia per il 'free SW' che per il 'free data':
  sarebbe un'ottima idea partecipare come GFOSS

- per il prossimo GFOSS-Day credo che dovremmo
  cercare di coinvolgere attivamente alcuni dei
  "legulei": potrebbero sicuramente darci una
  grossa mano anche sul versante specifico della
  liberazione dei dati geografici.

Ciao Sandro


p.s. nel corso di ConfSL c'è anche stata una
presentazione di SpatiaLite che ha avuto un
discreto successo: mille GRAZIE all'eroica
pattuglia dei *nostri* del CRS4 che ha
attivamente collaborato :-)

_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.faunalia.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
440 iscritti al 15.3.2010