Spatial databases a confronto

classic Classic list List threaded Threaded
4 messages Options
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Spatial databases a confronto

pcav
Salve.

Premesso che si tratta di numeri di cui nessuno certifica l'affidabilita', quindi da
prendersi con grande cautela, mi pare comunque interessante dare un occhio a quello
che un monopolista del web (mi scuso per fargli pubblicita') considera come le
tendenze di popolarita' nelle ricerche relative ai database spaziali:

http://www.google.com/trends/explore#q=postgis%2C%20spatialite%2C%20oracle%20spatial%2C%20arcsde&cmpt=q

Il primo "dato" inatteso e' la riduzione complessiva: in anni in cui la dimensione
spaziale e' sempre piu' importante ed ubiquitaria, mi sarei atteso il contrario.
Il secondo fenomeno, atteso ma comunque piacevole da vedere, e' la popolarita' delle
alternative proprietarie, in continua e notevolissimo decremento.
Non mi so invece spiegare il decremento di PostGIS e la sostanziale stabilizzazione
di SpatiaLite negli ultimi due anni.

Qualcuno avanza possibili spiegazioni?

Saluti.
--
Paolo Cavallini - www.faunalia.eu
Corsi QGIS e PostGIS: http://www.faunalia.eu/training.html
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
666+40 iscritti al 5.6.2014
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Spatial databases a confronto

Luigi Pirelli-2
mobile


2014-06-10 19:13 GMT+02:00 Paolo Cavallini <[hidden email]>:
Salve.

Premesso che si tratta di numeri di cui nessuno certifica l'affidabilita', quindi da
prendersi con grande cautela, mi pare comunque interessante dare un occhio a quello
che un monopolista del web (mi scuso per fargli pubblicita') considera come le
tendenze di popolarita' nelle ricerche relative ai database spaziali:

http://www.google.com/trends/explore#q=postgis%2C%20spatialite%2C%20oracle%20spatial%2C%20arcsde&cmpt=q

Il primo "dato" inatteso e' la riduzione complessiva: in anni in cui la dimensione
spaziale e' sempre piu' importante ed ubiquitaria, mi sarei atteso il contrario.
Il secondo fenomeno, atteso ma comunque piacevole da vedere, e' la popolarita' delle
alternative proprietarie, in continua e notevolissimo decremento.
Non mi so invece spiegare il decremento di PostGIS e la sostanziale stabilizzazione
di SpatiaLite negli ultimi due anni.

Qualcuno avanza possibili spiegazioni?

Saluti.
--
Paolo Cavallini - www.faunalia.eu
Corsi QGIS e PostGIS: http://www.faunalia.eu/training.html
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
666+40 iscritti al 5.6.2014


_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
666+40 iscritti al 5.6.2014
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Spatial databases a confronto

Marco Li Volsi
Dico la mia.
Sarà che sono usciti i database "cloud"?

Il 10/06/2014 20:55, Gino Pirelli ha scritto:
mobile


2014-06-10 19:13 GMT+02:00 Paolo Cavallini <[hidden email]>:
Salve.

Premesso che si tratta di numeri di cui nessuno certifica l'affidabilita', quindi da
prendersi con grande cautela, mi pare comunque interessante dare un occhio a quello
che un monopolista del web (mi scuso per fargli pubblicita') considera come le
tendenze di popolarita' nelle ricerche relative ai database spaziali:

http://www.google.com/trends/explore#q=postgis%2C%20spatialite%2C%20oracle%20spatial%2C%20arcsde&cmpt=q

Il primo "dato" inatteso e' la riduzione complessiva: in anni in cui la dimensione
spaziale e' sempre piu' importante ed ubiquitaria, mi sarei atteso il contrario.
Il secondo fenomeno, atteso ma comunque piacevole da vedere, e' la popolarita' delle
alternative proprietarie, in continua e notevolissimo decremento.
Non mi so invece spiegare il decremento di PostGIS e la sostanziale stabilizzazione
di SpatiaLite negli ultimi due anni.

Qualcuno avanza possibili spiegazioni?

Saluti.
--
Paolo Cavallini - www.faunalia.eu
Corsi QGIS e PostGIS: http://www.faunalia.eu/training.html
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
666+40 iscritti al 5.6.2014



_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
666+40 iscritti al 5.6.2014


_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
666+40 iscritti al 5.6.2014
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Spatial databases a confronto

enricofer
In reply to this post by pcav
Se parliamo di utilizzo su web di dati geografici che è forse il campo in cui si è assistito al trend di crescita di cui si accennava, nella stragrande maggioranza dei casi non c'è bisogno di aggiornamenti in tempo reale di dataset geografici, e allora geojson. Si può produrre direttamente da client gis, si deposita in remoto, ci sono servizi ed api che lo gestiscono tipo gitspatial.com o mapbox e si possono costruire webgis completi senza database di backend su hosting convenzionali. Se devo servire il webgis di un piano regolatore che cambia una volta all'anno che senso ha appoggiarlo a posgis? Diverso è il discorso se devo fare routing di percorsi...

https://www.google.it/trends/explore#q=geojson%2C%20postgis%2C%20spatialite%2C%20oracle%20spatial%2C%20arcsde&cmpt=q