Un ottimo motivo per imparare a usare dati copernicus/sentinel...

classic Classic list List threaded Threaded
26 messages Options
12
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Un ottimo motivo per imparare a usare dati copernicus/sentinel...

Amedeo Fadini
...litigare con gli enti locali!
Un aritcolo della rassegna giuridica di Regione Veneto ricorda che le foto
di google earth non sono probatorie dello stato dei luoghi per la giustizia
amministrativa

Amefad
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Un ottimo motivo per imparare a usare dati copernicus/sentinel...

Marica Landini
Puoi mettere un collegamento alla: articolo?
Grazie.
Saluti,
Marica

Il gio 20 set 2018, 10:10 Amedeo Fadini <[hidden email]> ha scritto:

> ...litigare con gli enti locali!
> Un aritcolo della rassegna giuridica di Regione Veneto ricorda che le foto
> di google earth non sono probatorie dello stato dei luoghi per la giustizia
> amministrativa
>
> Amefad
> _______________________________________________
> [hidden email]
> http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
> I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni
> dell'Associazione GFOSS.it.
> 796 iscritti al 28/12/2017
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Un ottimo motivo per imparare a usare dati copernicus/sentinel...

Andrea Peri
In reply to this post by Amedeo Fadini
Approfitto del tuo post per una considerazione/domanda .
Premesso che siamo tutti daccordo che quelli di google non hanno valore
legale.
Come del resto non lo hanno nemmeno le ortofoto.
Differente è se si parla dei fotogrammi dei voli aerei. I quali recano
impresso data e ora dello scatto.

Il punto è che copernicus/sentinel, sono dati satellitari. Non conosco la
loro risoluzione.
Ma si possono confrontare con dei fotogrammi presi da voli basdi (quindi
alta risoluzione) . Per intendersi parlo dei fotogrammi da cui si deriva le
ofc a scala 1:2000.
?



Il Gio 20 Set 2018, 10:10 Amedeo Fadini <[hidden email]> ha scritto:

> ...litigare con gli enti locali!
> Un aritcolo della rassegna giuridica di Regione Veneto ricorda che le foto
> di google earth non sono probatorie dello stato dei luoghi per la giustizia
> amministrativa
>
> Amefad
> _______________________________________________
> [hidden email]
> http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
> I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni
> dell'Associazione GFOSS.it.
> 796 iscritti al 28/12/2017
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Un ottimo motivo per imparare a usare dati copernicus/sentinel...

Amedeo Fadini
In reply to this post by Marica Landini
Eh grazie Marica mi è scappato il msg prima di ncoolare il link
http://www.regione.veneto.it/web/ambiente-e-territorio/news-urbjus

Amefad

Il giorno gio 20 set 2018 alle ore 10:19 Marica Landini <
[hidden email]> ha scritto:

> Puoi mettere un collegamento alla: articolo?
> Grazie.
> Saluti,
> Marica
>
> Il gio 20 set 2018, 10:10 Amedeo Fadini <[hidden email]> ha scritto:
>
>> ...litigare con gli enti locali!
>> Un aritcolo della rassegna giuridica di Regione Veneto ricorda che le foto
>> di google earth non sono probatorie dello stato dei luoghi per la
>> giustizia
>> amministrativa
>>
>> Amefad
>> _______________________________________________
>> [hidden email]
>> http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
>> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
>> I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni
>> dell'Associazione GFOSS.it.
>> 796 iscritti al 28/12/2017
>
>
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Un ottimo motivo per imparare a usare dati copernicus/sentinel...

Roberto Marzocchi
Il problema non banale è che la massima risoluzione di sentinel arriva al massimo a ~ 10 m. Dopodichè esistono dati satellitari a pagamento con risoluzioni molto più alte R Eng. Roberto Marzocchi, PhD
GIS Project Coordinator
Gter srl (Unige spin-off)
Piazza De Marini 3/61 - 16123 Genova
P.IVA/CF 01998770992
ph: 010-8694830 - mob: 349-8786575
E-mail: [hidden email]
skype: roberto.marzocchi84
www.gter.it

--
Gter social
www.twitter.com/Gteronline - www.facebook.com/Gteronline - https://plus.google.com/+GterIt/posts 
www.linkedin.com/company/gter-srl-innovazione-in-geomatica-gnss-e-gis

-----------------------------------------------------------------
Please consider the environment before printing this email! ---- On gio, 20 set 2018 10:28:46 +0200 Amedeo Fadini <[hidden email]> wrote ---- Eh grazie Marica mi è scappato il msg prima di ncoolare il link http://www.regione.veneto.it/web/ambiente-e-territorio/news-urbjus Amefad Il giorno gio 20 set 2018 alle ore 10:19 Marica Landini < [hidden email]> ha scritto: > Puoi mettere un collegamento alla: articolo? > Grazie. > Saluti, > Marica > > Il gio 20 set 2018, 10:10 Amedeo Fadini <[hidden email]> ha scritto: > >> ...litigare con gli enti locali! >> Un aritcolo della rassegna giuridica di Regione Veneto ricorda che le foto >> di google earth non sono probatorie dello stato dei luoghi per la >> giustizia >> amministrativa >> >> Amefad >> _______________________________________________ >> [hidden email] >> http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss >> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti. >> I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni >> dell'Associazione GFOSS.it. >> 796 iscritti al 28/12/2017 > > _______________________________________________ [hidden email] http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti. I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it. 796 iscritti al 28/12/2017
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Un ottimo motivo per imparare a usare dati copernicus/sentinel...

Massimiliano Moraca
Dei servizi Google ne parlavo proprio la scorsa settimana in una mia
newsletter agli iscritti del mio blog in funzione della nuova direttiva sul
copyright.
Vi copio qui il testo che magari può essere utile alla discussione:

La direttiva sul copyright

> <https://www.repubblica.it/economia/2018/09/12/news/copyright_via_libera_del_parlamento_europeo_alla_direttiva-206244770/?ref=rhpplf-bh-i0-c8-p1-s1.8-t1> è
> stata approvata ed ora parte la negoziazione tra gli Stati membri. *Personalmente
> la ritengo un'autogoal ed un primo passo verso il blocco della diffusione
> della conoscenza in maniera equa e democratica che, nel bene e nel male, ha
> permesso internet in questi anni; spero quindi che in fase di negoziazione
> salti.*
>
> Se dovesse passare definitivamente, i risvolti negativi sarebbero tanti
> anche per il quotidiano e soprattutto per noi professionisti.
>
> *Mi aspetto infatti da parte di Google, Microsoft, Facebook e gli altri
> colossi mondiali, che adottino un cambiamento di rotta sull'atteggiamento
> fin'ora molto permissivo sull'uso dei loro servizi. *
> Ad esempio è comune in campo cartografico, ma più in generale in campo
> architettonico/ingegneristico, vedere progetti presentati con l'utilizzo di
> immagini prese da Google Maps, Google Earth
> <https://cloud.google.com/maps-platform/terms/#3-license> o Bing
> <https://www.microsoft.com/en-us/maps/product> Maps
> <https://www.microsoft.com/en-us/maps/product>.
>
> *In pochi sanno che non è possibile fare un uso commerciale di quelle
> immagini poichè se ne viola la licenza, quindi il copyright.* Le policy
> di utilizzo di quei dati sono ben in vista ma molto spesso si fa finta di
> non vederle. Quelle immagini si possono usare fintanto che non escono dal
> pc/smartphone/tablet che le ha copiate.
>
> Come dicevo, fin'ora, questi grandi colossi mondiali non hanno dato tanto
> peso all'uso in violazione del copyright che spesso viene fatto dei loro
> dati. Con questa direttiva mi aspetto un irrigidimento da parte loro e
> quindi chi ancora usa i loro dati non rispettando la licenza d'uso farebbe
> bene a fare ancora più attenzione. *Le immagini satellitari ed i modelli
> 3D hanno un costo, queste aziende investono per produrre quei dati, quindi
> è giusto che ti chiedano un congruo compenso o agiscano per vie legali
> verso coloro che non rispettano il copyright.*
>
> Devi sapere che ci sono piattaforme satellitari pubbliche e private che
> vendono a caro prezzo kmq di immagini telerilevate con risoluzione spaziale
> anche al di sotto dei 50cm, come quelle di Bing per esempio. L'utilizzo di
> questo tipo di dati ha un costo e non sono affatto economiche.
>
> Guardando il listino di uno dei concessionari per le piattaforme
> World-View <http://www.landinfo.com/satellite-imagery-pricing.html>,
> ipotizziamo di avere bisogno di immagini satellitari RGB(*la classica
> immagine satellitare alla Google Maps per intenderci*), recenti, di un
> certo territorio che ha una estensione di 50 kmq.
> Il servizio di distribuzione di immagini telerilevate prevede il pagamento
> di una quota di 27.50$ al kmq per un'area di estensione minima pari a 100
> kmq. Quindi i costi sarebbero pari a 2750$, quasi 2400€ al cambio corrente.


Saluti

Il giorno gio 20 set 2018 alle ore 15:57 Roberto Marzocchi <
[hidden email]> ha scritto:

> Il problema non banale è che la massima risoluzione di sentinel arriva al
> massimo a ~ 10 m. Dopodichè esistono dati satellitari a pagamento con
> risoluzioni molto più alte R Eng. Roberto Marzocchi, PhD
> GIS Project Coordinator
> Gter srl (Unige spin-off)
> Piazza De Marini 3/61 - 16123 Genova
> P.IVA/CF 01998770992
> ph: 010-8694830 - mob: 349-8786575
> E-mail: [hidden email]
> skype: roberto.marzocchi84
> www.gter.it
>
> --
> Gter social
> www.twitter.com/Gteronline - www.facebook.com/Gteronline -
> https://plus.google.com/+GterIt/posts
> www.linkedin.com/company/gter-srl-innovazione-in-geomatica-gnss-e-gis
>
> -----------------------------------------------------------------
> Please consider the environment before printing this email! ---- On gio,
> 20 set 2018 10:28:46 +0200 Amedeo Fadini <[hidden email]> wrote ---- Eh
> grazie Marica mi è scappato il msg prima di ncoolare il link
> http://www.regione.veneto.it/web/ambiente-e-territorio/news-urbjus Amefad
> Il giorno gio 20 set 2018 alle ore 10:19 Marica Landini <
> [hidden email]> ha scritto: > Puoi mettere un collegamento alla:
> articolo? > Grazie. > Saluti, > Marica > > Il gio 20 set 2018, 10:10 Amedeo
> Fadini <[hidden email]> ha scritto: > >> ...litigare con gli enti
> locali! >> Un aritcolo della rassegna giuridica di Regione Veneto ricorda
> che le foto >> di google earth non sono probatorie dello stato dei luoghi
> per la >> giustizia >> amministrativa >> >> Amefad >>
> _______________________________________________ >> [hidden email]
> >> http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss >> Questa e' una
> lista di discussione pubblica aperta a tutti. >> I messaggi di questa lista
> non hanno relazione diretta con le posizioni >> dell'Associazione GFOSS.it.
> >> 796 iscritti al 28/12/2017 > >
> _______________________________________________ [hidden email]
> http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss Questa e' una lista
> di discussione pubblica aperta a tutti. I messaggi di questa lista non
> hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it. 796
> iscritti al 28/12/2017
> _______________________________________________
> [hidden email]
> http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
> I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni
> dell'Associazione GFOSS.it.
> 796 iscritti al 28/12/2017
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Consulente GIS, Formatore, Blogger e Ciclista Urbano email: info@massimilianomoraca.it cell: 333 5949583 (lun-ven, 9.00-18.00) website: massimilianomoraca.it
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Un ottimo motivo per imparare a usare dati copernicus/sentinel...

stefano campus
Administrator
perdonami massimiliano, ma non capisco che cosa c'entri la nuova normativa
con le immagini di google.
è ben evidente che non potevi utilizzare gli sfondi di google maps ad uso
commerciale cioè a dire, vendere servizi basati su quella fonte informativa.
era già così da prima: che cosa cambia ora?

s.

--
Sent from: http://gfoss-geographic-free-and-open-source-software-italian-mailing.3056002.n2.nabble.com/
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Un ottimo motivo per imparare a usare dati copernicus/sentinel...

Massimiliano Moraca
Forse sono andato un po' off topic ma quello che intendevo dire in quella
newsletter ruota intorno al fatto che, purtroppo, non è per nulla scontato
che non si possano usare dati Google. Te lo dico per esperienza personale.
Tantissimi tecnici in Italia per le loro relazioni usano dati proprietari
come quelli di Google Maps o Bing.
Con la nuova normativa sul copyright probabilmente ci saranno molti più
controlli ed il nesso con la sentenza del TAR del Lazio personalmente ce lo
vedo. L'assunto della sentenza del TAR è la stessa faccia della medaglia
dell'uso, in violazione delle licenze, dei dati cartografici di Google Inc.
e Microsoft.
In Italia è purtroppo ampiamente diffuso questo malcostume.



Il giorno gio 20 set 2018 alle ore 17:12 stefano campus <[hidden email]>
ha scritto:

> perdonami massimiliano, ma non capisco che cosa c'entri la nuova normativa
> con le immagini di google.
> è ben evidente che non potevi utilizzare gli sfondi di google maps ad uso
> commerciale cioè a dire, vendere servizi basati su quella fonte
> informativa.
> era già così da prima: che cosa cambia ora?
>
> s.
>
> --
> Sent from:
> http://gfoss-geographic-free-and-open-source-software-italian-mailing.3056002.n2.nabble.com/
> _______________________________________________
> [hidden email]
> http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
> I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni
> dell'Associazione GFOSS.it.
> 796 iscritti al 28/12/2017
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Consulente GIS, Formatore, Blogger e Ciclista Urbano email: info@massimilianomoraca.it cell: 333 5949583 (lun-ven, 9.00-18.00) website: massimilianomoraca.it
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Un ottimo motivo per imparare a usare dati copernicus/sentinel...

Lorenzo Luisi
In reply to this post by Amedeo Fadini
È una situazione ben nota agli addetti ai lavori.
Ne scrivevo sul mio sito già da molto tempo.
https://spaziocartograficopugliese.it/news/18/Validit-probatoria-delle-foto-aeree-e-federalismo-municipale
Lorenzo Luisi



--
*Lorenzo Luisi* [Cartografia - Stereoscopia - Fotointerpretazione - SIT/GIS]
+39360405135 www.spaziocartograficopugliese.it

*Google+* <https://plus.google.com/+LorenzoLuisiSpazioCartograficoPugliese>
_______ *Linkedin* <https://it.linkedin.com/in/lorenzolusispazcartpugliese>
------------------------------------------
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Un ottimo motivo per imparare a usare dati copernicus/sentinel...

Luca Delucchi
In reply to this post by Andrea Peri
2018-09-20 10:25 GMT+02:00 Andrea Peri <[hidden email]>:
> Approfitto del tuo post per una considerazione/domanda .
> Premesso che siamo tutti daccordo che quelli di google non hanno valore
> legale.
> Come del resto non lo hanno nemmeno le ortofoto.
> Differente è se si parla dei fotogrammi dei voli aerei. I quali recano
> impresso data e ora dello scatto.
>
> Il punto è che copernicus/sentinel, sono dati satellitari. Non conosco la
> loro risoluzione.

la risoluzione migliore, per le bande RGB e IR è 10 metri poi ce ne
sono altre a 20 e 60

> Ma si possono confrontare con dei fotogrammi presi da voli basdi (quindi
> alta risoluzione) . Per intendersi parlo dei fotogrammi da cui si deriva le
> ofc a scala 1:2000.
> ?

direi di no

Per curiosità qual'è la risoluzione massima dei fotogrammi utilizzati
per ofc a scale 1:2000?

--
ciao
Luca

www.lucadelu.org
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Un ottimo motivo per imparare a usare dati copernicus/sentinel...

Amedeo Fadini
Il giorno ven 21 set 2018 alle ore 15:12 Luca Delucchi <[hidden email]>
ha scritto:

>
> > Il punto è che copernicus/sentinel, sono dati satellitari. Non conosco la
> > loro risoluzione.
>
> la risoluzione migliore, per le bande RGB e IR è 10 metri poi ce ne
> sono altre a 20 e 60


Sì certamente, hai ragione,  non intendevo contrapporle alle immagini World
View III (a 30 cm) di Google,
Ho dato per scontato l'oggetto del contenzioso in sede amministrativa: il
più delle volte
uno deve dimostrare di aver effettivamente iniziato i lavori entro i 30
giorni dal ritiro del permesso di costruire oppure deve
dimostrare la preesistenza di un edificio (ad esempio per il piano casa o
una fine lavori tardiva.

Per distinguere un prato da uno scavo aperto non è necessario una
fotointerpretazione di dettaglio: si tratta di individuare il cambiamento
su due foto vicine, anche utilizzando immagini SAR di sentinel1 che
arrivano a 5 metri, (peraltro i grandi contenziosi capitano su grandi
edifici)...

Ad ogni modo direi che il tema è "Perché tutti vogliono usare Google?":
fate caso a quanti nuovi utenti del GIS che per prima cosa chiedono di
sovrapporre "alle ortofoto di Google" alcuni sono anche professionisti
iscritti a un albo come ha ricordato Massimiliano... perché tutta questa
smania? Sciatteria? Ignoranza? Mi pare evidente che per una relazione
paesaggistica è meglio affidarsi a una  ortofoto agea 2012, google dà la
"percezione" di essere più aggiornato, è gratis, facilmente accessibile e
riconosciuto da tutti. la sentenza ricorda che big G non è tenuto a rendere
conto a nessuno di che dati ci fa vedere e può raccontarcela come vuole. I
dati Sentinel sono altrettanto gratuiti, forse non sufficientemente di
facile consultazione ma a portata di mano con i vari plugin realizzati

@ Andrea
non sono sicuro sul non-valore delle ortofoto: a parte il fatto che in
genere i rispettivi fotogrammi sono sempre accessibili, credo che ogni volo
abbia un collaudo con indicate le date del volo, per cui se la necessità è
quella di dimostrare la preesistenza di una costruzione (o di un crollo)
rispetto ad una certa data penso sia sempre fattibile

Il confronto con ortofoto ad alta risoluzione (per le ofc a 2000 imamgino
0,2mt)  di può fare "a vista" ma impossibile tirarne fuori qualcosa di
sistematico, soprattutto perche per le foto satellitari c'è una correzione
atmosferica di mezzo...
Amefad
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

R: Un ottimo motivo per imparare a usare dati copernicus/sentinel...

umbertofilippo
"..., google dà la "percezione" di essere più aggiornato, è gratis, facilmente accessibile e riconosciuto da tutti"

Non è più così e molti ne stanno pagando (letteralmente) le conseguenze.
https://developers.google.com/maps/documentation/geocoding/usage-and-billing


-----Messaggio originale-----
Da: Gfoss <[hidden email]> Per conto di Amedeo Fadini
Inviato: venerdì 21 settembre 2018 16:03
A: Luca Delucchi <[hidden email]>
Cc: GFOSS.it <[hidden email]>
Oggetto: Re: [Gfoss] Un ottimo motivo per imparare a usare dati copernicus/sentinel...

Il giorno ven 21 set 2018 alle ore 15:12 Luca Delucchi <[hidden email]> ha scritto:

>
> > Il punto è che copernicus/sentinel, sono dati satellitari. Non
> > conosco la loro risoluzione.
>
> la risoluzione migliore, per le bande RGB e IR è 10 metri poi ce ne
> sono altre a 20 e 60


Sì certamente, hai ragione,  non intendevo contrapporle alle immagini World View III (a 30 cm) di Google, Ho dato per scontato l'oggetto del contenzioso in sede amministrativa: il più delle volte uno deve dimostrare di aver effettivamente iniziato i lavori entro i 30 giorni dal ritiro del permesso di costruire oppure deve dimostrare la preesistenza di un edificio (ad esempio per il piano casa o una fine lavori tardiva.

Per distinguere un prato da uno scavo aperto non è necessario una fotointerpretazione di dettaglio: si tratta di individuare il cambiamento su due foto vicine, anche utilizzando immagini SAR di sentinel1 che arrivano a 5 metri, (peraltro i grandi contenziosi capitano su grandi edifici)...

Ad ogni modo direi che il tema è "Perché tutti vogliono usare Google?":
fate caso a quanti nuovi utenti del GIS che per prima cosa chiedono di sovrapporre "alle ortofoto di Google" alcuni sono anche professionisti iscritti a un albo come ha ricordato Massimiliano... perché tutta questa smania? Sciatteria? Ignoranza? Mi pare evidente che per una relazione paesaggistica è meglio affidarsi a una  ortofoto agea 2012, google dà la "percezione" di essere più aggiornato, è gratis, facilmente accessibile e riconosciuto da tutti. la sentenza ricorda che big G non è tenuto a rendere conto a nessuno di che dati ci fa vedere e può raccontarcela come vuole. I dati Sentinel sono altrettanto gratuiti, forse non sufficientemente di facile consultazione ma a portata di mano con i vari plugin realizzati

@ Andrea
non sono sicuro sul non-valore delle ortofoto: a parte il fatto che in genere i rispettivi fotogrammi sono sempre accessibili, credo che ogni volo abbia un collaudo con indicate le date del volo, per cui se la necessità è quella di dimostrare la preesistenza di una costruzione (o di un crollo) rispetto ad una certa data penso sia sempre fattibile

Il confronto con ortofoto ad alta risoluzione (per le ofc a 2000 imamgino
0,2mt)  di può fare "a vista" ma impossibile tirarne fuori qualcosa di sistematico, soprattutto perche per le foto satellitari c'è una correzione atmosferica di mezzo...
Amefad
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017

_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Un ottimo motivo per imparare a usare dati copernicus/sentinel...

Marco
In reply to this post by Lorenzo Luisi
Ho raccolto il vostro suggerimento di imparare ad usare i dati
Copernicus/Sentinel.
Rispolverando il mio inglese maccheronico sto cominciando a studiarmi la
userguide disponibile sull'Open Acces Hub (l'obiettivo che mi sono
proposto, alla fine della mia fase di apprendimento, è quello di avere
padronanza nell'uso del plugin di QGIS "SentinelHub" e quindi, in questa
prima fase, per ora voglio capire come funziona il giocattolo "senza"
l'ausilio del plugin, così che poi potrò usare il plugin avendo cognizione
di causa di quello che sto facendo).
L'ostacolo che mi trovo di fronte e per il quale vi chiedo un aiuto è che,
nella userguide, vengono usati termini e acronimi che, per uno che mangia
pane e satelliti ogni giorno, sono "slang" familiare ma per me, che non ho
mai affrontato questi campi, è come sentire un giapponese che parla in
arabo.
Provo a spiegarmi meglio.
Seguendo la userguide, un po per intuito, un po a "culo", alla fine sto
riuscendo a cacciare qualche ragnetto dal buco, ma alcuni termini
(Ingestion Date, Discending, ...), o alcuni acronimi (SLC, GRD, ONC, ...)
per me continuano a rimanere delle entità misteriose perchè non trovo
esplicitato da nessuna parte cosa siano o cosa significano e quindi li
seleziono e li clicco senza sapere il perchè lo stia facendo e ottengo un
risultato senza capire perchè e come l'ho ottenuto !.
Esiste qualche guida "basic" per i novizi che spieghi anche l'ABC senza
dare nulla per scontato o per risaputo?

Il giorno sab 22 set 2018 alle ore 04:07 Lorenzo Luisi <
[hidden email]> ha scritto:

> È una situazione ben nota agli addetti ai lavori.
> Ne scrivevo sul mio sito già da molto tempo.
>
> https://spaziocartograficopugliese.it/news/18/Validit-probatoria-delle-foto-aeree-e-federalismo-municipale
> Lorenzo Luisi
>
>
>
> --
> *Lorenzo Luisi* [Cartografia - Stereoscopia - Fotointerpretazione -
> SIT/GIS]
> +39360405135 www.spaziocartograficopugliese.it
>
> *Google+* <https://plus.google.com/+LorenzoLuisiSpazioCartograficoPugliese
> >
> _______ *Linkedin* <https://it.linkedin.com/in/lorenzolusispazcartpugliese
> >
> ------------------------------------------
> _______________________________________________
> [hidden email]
> http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
> I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni
> dell'Associazione GFOSS.it.
> 796 iscritti al 28/12/2017
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Un ottimo motivo per imparare a usare dati copernicus/sentinel...

Marco
...tipo, ad esempio, qualcosa di questo genere:
https://www.youtube.com/watch?v=OKJrdv2KcUk

Il giorno ven 5 ott 2018 alle ore 10:53 Marco Spaziani <
[hidden email]> ha scritto:

> Ho raccolto il vostro suggerimento di imparare ad usare i dati
> Copernicus/Sentinel.
> Rispolverando il mio inglese maccheronico sto cominciando a studiarmi la
> userguide disponibile sull'Open Acces Hub (l'obiettivo che mi sono
> proposto, alla fine della mia fase di apprendimento, è quello di avere
> padronanza nell'uso del plugin di QGIS "SentinelHub" e quindi, in questa
> prima fase, per ora voglio capire come funziona il giocattolo "senza"
> l'ausilio del plugin, così che poi potrò usare il plugin avendo cognizione
> di causa di quello che sto facendo).
> L'ostacolo che mi trovo di fronte e per il quale vi chiedo un aiuto è che,
> nella userguide, vengono usati termini e acronimi che, per uno che mangia
> pane e satelliti ogni giorno, sono "slang" familiare ma per me, che non ho
> mai affrontato questi campi, è come sentire un giapponese che parla in
> arabo.
> Provo a spiegarmi meglio.
> Seguendo la userguide, un po per intuito, un po a "culo", alla fine sto
> riuscendo a cacciare qualche ragnetto dal buco, ma alcuni termini
> (Ingestion Date, Discending, ...), o alcuni acronimi (SLC, GRD, ONC, ...)
> per me continuano a rimanere delle entità misteriose perchè non trovo
> esplicitato da nessuna parte cosa siano o cosa significano e quindi li
> seleziono e li clicco senza sapere il perchè lo stia facendo e ottengo un
> risultato senza capire perchè e come l'ho ottenuto !.
> Esiste qualche guida "basic" per i novizi che spieghi anche l'ABC senza
> dare nulla per scontato o per risaputo?
>
> Il giorno sab 22 set 2018 alle ore 04:07 Lorenzo Luisi <
> [hidden email]> ha scritto:
>
>> È una situazione ben nota agli addetti ai lavori.
>> Ne scrivevo sul mio sito già da molto tempo.
>>
>> https://spaziocartograficopugliese.it/news/18/Validit-probatoria-delle-foto-aeree-e-federalismo-municipale
>> Lorenzo Luisi
>>
>>
>>
>> --
>> *Lorenzo Luisi* [Cartografia - Stereoscopia - Fotointerpretazione -
>> SIT/GIS]
>> +39360405135 www.spaziocartograficopugliese.it
>>
>> *Google+* <
>> https://plus.google.com/+LorenzoLuisiSpazioCartograficoPugliese>
>> _______ *Linkedin* <
>> https://it.linkedin.com/in/lorenzolusispazcartpugliese>
>> ------------------------------------------
>> _______________________________________________
>> [hidden email]
>> http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
>> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
>> I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni
>> dell'Associazione GFOSS.it.
>> 796 iscritti al 28/12/2017
>
>
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Un ottimo motivo per imparare a usare dati copernicus/sentinel...

Marco
In reply to this post by Marco
...effettivamente su youtube c'è molto materiale ma io vado cercando il
classico manualetto in PDF da poter sfogliare, sottolineare, evidenziare,
ecc ... e purtroppo, a parte qualche pagina di qualche blog (comunque ben
fatta), al momento non ho trovato molto girando su internet. Ripeto
...tutorial di livello avanzato ce ne sono a vagonate ...quello che non
trovo, invece, è un manualetto "basic" per novizi che spieghi cosa sia
l'Ingestion Date o che differenza c'è tra SLC e GRD, ecc...

Il giorno ven 5 ott 2018 alle ore 10:53 Marco Spaziani <
[hidden email]> ha scritto:

> Ho raccolto il vostro suggerimento di imparare ad usare i dati
> Copernicus/Sentinel.
> Rispolverando il mio inglese maccheronico sto cominciando a studiarmi la
> userguide disponibile sull'Open Acces Hub (l'obiettivo che mi sono
> proposto, alla fine della mia fase di apprendimento, è quello di avere
> padronanza nell'uso del plugin di QGIS "SentinelHub" e quindi, in questa
> prima fase, per ora voglio capire come funziona il giocattolo "senza"
> l'ausilio del plugin, così che poi potrò usare il plugin avendo cognizione
> di causa di quello che sto facendo).
> L'ostacolo che mi trovo di fronte e per il quale vi chiedo un aiuto è che,
> nella userguide, vengono usati termini e acronimi che, per uno che mangia
> pane e satelliti ogni giorno, sono "slang" familiare ma per me, che non ho
> mai affrontato questi campi, è come sentire un giapponese che parla in
> arabo.
> Provo a spiegarmi meglio.
> Seguendo la userguide, un po per intuito, un po a "culo", alla fine sto
> riuscendo a cacciare qualche ragnetto dal buco, ma alcuni termini
> (Ingestion Date, Discending, ...), o alcuni acronimi (SLC, GRD, ONC, ...)
> per me continuano a rimanere delle entità misteriose perchè non trovo
> esplicitato da nessuna parte cosa siano o cosa significano e quindi li
> seleziono e li clicco senza sapere il perchè lo stia facendo e ottengo un
> risultato senza capire perchè e come l'ho ottenuto !.
> Esiste qualche guida "basic" per i novizi che spieghi anche l'ABC senza
> dare nulla per scontato o per risaputo?
>
> Il giorno sab 22 set 2018 alle ore 04:07 Lorenzo Luisi <
> [hidden email]> ha scritto:
>
>> È una situazione ben nota agli addetti ai lavori.
>> Ne scrivevo sul mio sito già da molto tempo.
>>
>> https://spaziocartograficopugliese.it/news/18/Validit-probatoria-delle-foto-aeree-e-federalismo-municipale
>> Lorenzo Luisi
>>
>>
>>
>> --
>> *Lorenzo Luisi* [Cartografia - Stereoscopia - Fotointerpretazione -
>> SIT/GIS]
>> +39360405135 www.spaziocartograficopugliese.it
>>
>> *Google+* <
>> https://plus.google.com/+LorenzoLuisiSpazioCartograficoPugliese>
>> _______ *Linkedin* <
>> https://it.linkedin.com/in/lorenzolusispazcartpugliese>
>> ------------------------------------------
>> _______________________________________________
>> [hidden email]
>> http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
>> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
>> I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni
>> dell'Associazione GFOSS.it.
>> 796 iscritti al 28/12/2017
>
>
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Un ottimo motivo per imparare a usare dati copernicus/sentinel...

nformica
Questo non è gratis, ma per iniziare è un buon libro:
https://www.darioflaccovio.it/gis-open-source/110-telerilevamento-satellitare-ambientale.html

Saluti
Nino

Il ven 5 ott 2018, 16:18 Marco Spaziani <[hidden email]> ha
scritto:

> ...effettivamente su youtube c'è molto materiale ma io vado cercando il
> classico manualetto in PDF da poter sfogliare, sottolineare, evidenziare,
> ecc ... e purtroppo, a parte qualche pagina di qualche blog (comunque ben
> fatta), al momento non ho trovato molto girando su internet. Ripeto
> ...tutorial di livello avanzato ce ne sono a vagonate ...quello che non
> trovo, invece, è un manualetto "basic" per novizi che spieghi cosa sia
> l'Ingestion Date o che differenza c'è tra SLC e GRD, ecc...
>
> Il giorno ven 5 ott 2018 alle ore 10:53 Marco Spaziani <
> [hidden email]> ha scritto:
>
> > Ho raccolto il vostro suggerimento di imparare ad usare i dati
> > Copernicus/Sentinel.
> > Rispolverando il mio inglese maccheronico sto cominciando a studiarmi la
> > userguide disponibile sull'Open Acces Hub (l'obiettivo che mi sono
> > proposto, alla fine della mia fase di apprendimento, è quello di avere
> > padronanza nell'uso del plugin di QGIS "SentinelHub" e quindi, in questa
> > prima fase, per ora voglio capire come funziona il giocattolo "senza"
> > l'ausilio del plugin, così che poi potrò usare il plugin avendo
> cognizione
> > di causa di quello che sto facendo).
> > L'ostacolo che mi trovo di fronte e per il quale vi chiedo un aiuto è
> che,
> > nella userguide, vengono usati termini e acronimi che, per uno che mangia
> > pane e satelliti ogni giorno, sono "slang" familiare ma per me, che non
> ho
> > mai affrontato questi campi, è come sentire un giapponese che parla in
> > arabo.
> > Provo a spiegarmi meglio.
> > Seguendo la userguide, un po per intuito, un po a "culo", alla fine sto
> > riuscendo a cacciare qualche ragnetto dal buco, ma alcuni termini
> > (Ingestion Date, Discending, ...), o alcuni acronimi (SLC, GRD, ONC, ...)
> > per me continuano a rimanere delle entità misteriose perchè non trovo
> > esplicitato da nessuna parte cosa siano o cosa significano e quindi li
> > seleziono e li clicco senza sapere il perchè lo stia facendo e ottengo un
> > risultato senza capire perchè e come l'ho ottenuto !.
> > Esiste qualche guida "basic" per i novizi che spieghi anche l'ABC senza
> > dare nulla per scontato o per risaputo?
> >
> > Il giorno sab 22 set 2018 alle ore 04:07 Lorenzo Luisi <
> > [hidden email]> ha scritto:
> >
> >> È una situazione ben nota agli addetti ai lavori.
> >> Ne scrivevo sul mio sito già da molto tempo.
> >>
> >>
> https://spaziocartograficopugliese.it/news/18/Validit-probatoria-delle-foto-aeree-e-federalismo-municipale
> >> Lorenzo Luisi
> >>
> >>
> >>
> >> --
> >> *Lorenzo Luisi* [Cartografia - Stereoscopia - Fotointerpretazione -
> >> SIT/GIS]
> >> +39360405135 www.spaziocartograficopugliese.it
> >>
> >> *Google+* <
> >> https://plus.google.com/+LorenzoLuisiSpazioCartograficoPugliese>
> >> _______ *Linkedin* <
> >> https://it.linkedin.com/in/lorenzolusispazcartpugliese>
> >> ------------------------------------------
> >> _______________________________________________
> >> [hidden email]
> >> http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
> >> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
> >> I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni
> >> dell'Associazione GFOSS.it.
> >> 796 iscritti al 28/12/2017
> >
> >
> _______________________________________________
> [hidden email]
> http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
> I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni
> dell'Associazione GFOSS.it.
> 796 iscritti al 28/12/2017
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Un ottimo motivo per imparare a usare dati copernicus/sentinel...

Marco
Grazie! Domani lo ordino su internet

Il Ven 5 Ott 2018, 17:42 nino formica <[hidden email]> ha scritto:

> Questo non è gratis, ma per iniziare è un buon libro:
>
> https://www.darioflaccovio.it/gis-open-source/110-telerilevamento-satellitare-ambientale.html
>
> Saluti
> Nino
>
> Il ven 5 ott 2018, 16:18 Marco Spaziani <[hidden email]> ha
> scritto:
>
>> ...effettivamente su youtube c'è molto materiale ma io vado cercando il
>> classico manualetto in PDF da poter sfogliare, sottolineare, evidenziare,
>> ecc ... e purtroppo, a parte qualche pagina di qualche blog (comunque ben
>> fatta), al momento non ho trovato molto girando su internet. Ripeto
>> ...tutorial di livello avanzato ce ne sono a vagonate ...quello che non
>> trovo, invece, è un manualetto "basic" per novizi che spieghi cosa sia
>> l'Ingestion Date o che differenza c'è tra SLC e GRD, ecc...
>>
>> Il giorno ven 5 ott 2018 alle ore 10:53 Marco Spaziani <
>> [hidden email]> ha scritto:
>>
>> > Ho raccolto il vostro suggerimento di imparare ad usare i dati
>> > Copernicus/Sentinel.
>> > Rispolverando il mio inglese maccheronico sto cominciando a studiarmi la
>> > userguide disponibile sull'Open Acces Hub (l'obiettivo che mi sono
>> > proposto, alla fine della mia fase di apprendimento, è quello di avere
>> > padronanza nell'uso del plugin di QGIS "SentinelHub" e quindi, in questa
>> > prima fase, per ora voglio capire come funziona il giocattolo "senza"
>> > l'ausilio del plugin, così che poi potrò usare il plugin avendo
>> cognizione
>> > di causa di quello che sto facendo).
>> > L'ostacolo che mi trovo di fronte e per il quale vi chiedo un aiuto è
>> che,
>> > nella userguide, vengono usati termini e acronimi che, per uno che
>> mangia
>> > pane e satelliti ogni giorno, sono "slang" familiare ma per me, che non
>> ho
>> > mai affrontato questi campi, è come sentire un giapponese che parla in
>> > arabo.
>> > Provo a spiegarmi meglio.
>> > Seguendo la userguide, un po per intuito, un po a "culo", alla fine sto
>> > riuscendo a cacciare qualche ragnetto dal buco, ma alcuni termini
>> > (Ingestion Date, Discending, ...), o alcuni acronimi (SLC, GRD, ONC,
>> ...)
>> > per me continuano a rimanere delle entità misteriose perchè non trovo
>> > esplicitato da nessuna parte cosa siano o cosa significano e quindi li
>> > seleziono e li clicco senza sapere il perchè lo stia facendo e ottengo
>> un
>> > risultato senza capire perchè e come l'ho ottenuto !.
>> > Esiste qualche guida "basic" per i novizi che spieghi anche l'ABC senza
>> > dare nulla per scontato o per risaputo?
>> >
>> > Il giorno sab 22 set 2018 alle ore 04:07 Lorenzo Luisi <
>> > [hidden email]> ha scritto:
>> >
>> >> È una situazione ben nota agli addetti ai lavori.
>> >> Ne scrivevo sul mio sito già da molto tempo.
>> >>
>> >>
>> https://spaziocartograficopugliese.it/news/18/Validit-probatoria-delle-foto-aeree-e-federalismo-municipale
>> >> Lorenzo Luisi
>> >>
>> >>
>> >>
>> >> --
>> >> *Lorenzo Luisi* [Cartografia - Stereoscopia - Fotointerpretazione -
>> >> SIT/GIS]
>> >> +39360405135 www.spaziocartograficopugliese.it
>> >>
>> >> *Google+* <
>> >> https://plus.google.com/+LorenzoLuisiSpazioCartograficoPugliese>
>> >> _______ *Linkedin* <
>> >> https://it.linkedin.com/in/lorenzolusispazcartpugliese>
>> >> ------------------------------------------
>> >> _______________________________________________
>> >> [hidden email]
>> >> http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
>> >> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
>> >> I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni
>> >> dell'Associazione GFOSS.it.
>> >> 796 iscritti al 28/12/2017
>> >
>> >
>> _______________________________________________
>> [hidden email]
>> http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
>> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
>> I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni
>> dell'Associazione GFOSS.it.
>> 796 iscritti al 28/12/2017
>
>
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Un ottimo motivo per imparare a usare dati copernicus/sentinel...

AlsPer78
Ciao,
io mi sono studiato le basi del telerilevamento da autodidatta senza mai
comprare nessun libro; certo la qualità delle mie conoscenze non è alla pari
di un vero professionista comunque io non faccio telerilevamento (non
progetto satelliti) ma fotointerpretazione, quindi mi bastano quelle nozioni
che mi fanno capire cosa sto guardando. A questo scopo in internet c'è quasi
tutto (soprattutto sui sito di NASA ed ESA), il problema è trovarlo.
Acquistando un libro ovviamente si risparmia tempo (inoltre funziona anche
quando manca la connesione internet).

Ma veniamo al dunque:

"Ingestion date" è quando il dato viene inserito nel Data Hub e reso
disponibile al pubblico; ovviamente può essere ritardato di qualche giorno
rispetto all'Acquisition date o Sensing date che è proprio quando il
satellite vola sopra l'area telerilevata (e che di solito è la data più
importante).

Per le altre cose riguardanti in dati Sentinel-1 c'è la spiegazione qui:
https://sentinel.esa.int/web/sentinel/user-guides/sentinel-1-sar

In italiano c'è questa paginetta molto riassuntiva che avevo fatto nel 2015
per una lezione e che ora è un po' datata (il Data Hub è un po' cambiato):
http://www.alspergis.altervista.org/lezione/15b.html

Se però sei a digiuno di nozioni di telerilevamento attento che
l'acquisizione di dati radar (come i Sentinel-1) è una cosa ben più
complessa del solito telerilevamento satellitare o aereo.

Per cominciare ti consiglio quello che avevo fatto (sempre per la lezione di
prima):
http://www.alspergis.altervista.org/lezione/00.html (non è certo la cosa
migliore che si trova in internet ma probabilmente è la più breve... e in
italiano)
in particolare sui dati radar:
http://www.alspergis.altervista.org/lezione/07.html
http://www.alspergis.altervista.org/lezione/15.html

Una cosa più seria e quindi più complessa sui dati radar (fatta dall'ESA per
i dati ENVISAT ma valida in generale) è qui:
https://earth.esa.int/handbooks/asar/toc.html

Spero di essere stato d'aiuto

Alessandro



Marco wrote
> Grazie! Domani lo ordino su internet
>
> Il Ven 5 Ott 2018, 17:42 nino formica &lt;

> ninofor60@

> &gt; ha scritto:
>
>> Questo non è gratis, ma per iniziare è un buon libro:
>>
>> https://www.darioflaccovio.it/gis-open-source/110-telerilevamento-satellitare-ambientale.html
>>
>> Saluti
>> Nino
>>
>> Il ven 5 ott 2018, 16:18 Marco Spaziani &lt;

> spaziani.marco@

> &gt; ha
>> scritto:
>>
>>> ...effettivamente su youtube c'è molto materiale ma io vado cercando il
>>> classico manualetto in PDF da poter sfogliare, sottolineare,
>>> evidenziare,
>>> ecc ... e purtroppo, a parte qualche pagina di qualche blog (comunque
>>> ben
>>> fatta), al momento non ho trovato molto girando su internet. Ripeto
>>> ...tutorial di livello avanzato ce ne sono a vagonate ...quello che non
>>> trovo, invece, è un manualetto "basic" per novizi che spieghi cosa sia
>>> l'Ingestion Date o che differenza c'è tra SLC e GRD, ecc...
>>>



-----
Alessandro Perego
www.alspergis.altervista.org
--
Sent from: http://gfoss-geographic-free-and-open-source-software-italian-mailing.3056002.n2.nabble.com/
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Alessandro Perego www.alspergis.altervista.org
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Un ottimo motivo per imparare a usare dati copernicus/sentinel...

Marco
Non solo mi sei stato di aiuto, e ti ringrazio, ma mi accodo a quello che
hai detto facendo presente ad altri "novizi" come me che, tra ieri e oggi
ho scoperto che, se si ha la pazienza di studiarsi bene, con calma, pagina
per pagina, (e non con la bramosia e frenesia del principiante che avevo io
nei giorni scorsi), la userguide disponibile su Copernicus Open Access Hub,
alla fine si scopre che, tutte le risposte alle domande che mi facevo e chi
vi ho fatto con i miei precedenti post, stanno già tute li ...bisogna solo
avere la pazienza di studiarsi le cose con attenzione, mettendo da parte la
presunzione di poter imparare senza fatica.

Il giorno sab 6 ott 2018 alle ore 10:14 AlsPer78 <[hidden email]> ha
scritto:

> Ciao,
> io mi sono studiato le basi del telerilevamento da autodidatta senza mai
> comprare nessun libro; certo la qualità delle mie conoscenze non è alla
> pari
> di un vero professionista comunque io non faccio telerilevamento (non
> progetto satelliti) ma fotointerpretazione, quindi mi bastano quelle
> nozioni
> che mi fanno capire cosa sto guardando. A questo scopo in internet c'è
> quasi
> tutto (soprattutto sui sito di NASA ed ESA), il problema è trovarlo.
> Acquistando un libro ovviamente si risparmia tempo (inoltre funziona anche
> quando manca la connesione internet).
>
> Ma veniamo al dunque:
>
> "Ingestion date" è quando il dato viene inserito nel Data Hub e reso
> disponibile al pubblico; ovviamente può essere ritardato di qualche giorno
> rispetto all'Acquisition date o Sensing date che è proprio quando il
> satellite vola sopra l'area telerilevata (e che di solito è la data più
> importante).
>
> Per le altre cose riguardanti in dati Sentinel-1 c'è la spiegazione qui:
> https://sentinel.esa.int/web/sentinel/user-guides/sentinel-1-sar
>
> In italiano c'è questa paginetta molto riassuntiva che avevo fatto nel 2015
> per una lezione e che ora è un po' datata (il Data Hub è un po' cambiato):
> http://www.alspergis.altervista.org/lezione/15b.html
>
> Se però sei a digiuno di nozioni di telerilevamento attento che
> l'acquisizione di dati radar (come i Sentinel-1) è una cosa ben più
> complessa del solito telerilevamento satellitare o aereo.
>
> Per cominciare ti consiglio quello che avevo fatto (sempre per la lezione
> di
> prima):
> http://www.alspergis.altervista.org/lezione/00.html (non è certo la cosa
> migliore che si trova in internet ma probabilmente è la più breve... e in
> italiano)
> in particolare sui dati radar:
> http://www.alspergis.altervista.org/lezione/07.html
> http://www.alspergis.altervista.org/lezione/15.html
>
> Una cosa più seria e quindi più complessa sui dati radar (fatta dall'ESA
> per
> i dati ENVISAT ma valida in generale) è qui:
> https://earth.esa.int/handbooks/asar/toc.html
>
> Spero di essere stato d'aiuto
>
> Alessandro
>
>
>
> Marco wrote
> > Grazie! Domani lo ordino su internet
> >
> > Il Ven 5 Ott 2018, 17:42 nino formica &lt;
>
> > ninofor60@
>
> > &gt; ha scritto:
> >
> >> Questo non è gratis, ma per iniziare è un buon libro:
> >>
> >>
> https://www.darioflaccovio.it/gis-open-source/110-telerilevamento-satellitare-ambientale.html
> >>
> >> Saluti
> >> Nino
> >>
> >> Il ven 5 ott 2018, 16:18 Marco Spaziani &lt;
>
> > spaziani.marco@
>
> > &gt; ha
> >> scritto:
> >>
> >>> ...effettivamente su youtube c'è molto materiale ma io vado cercando il
> >>> classico manualetto in PDF da poter sfogliare, sottolineare,
> >>> evidenziare,
> >>> ecc ... e purtroppo, a parte qualche pagina di qualche blog (comunque
> >>> ben
> >>> fatta), al momento non ho trovato molto girando su internet. Ripeto
> >>> ...tutorial di livello avanzato ce ne sono a vagonate ...quello che non
> >>> trovo, invece, è un manualetto "basic" per novizi che spieghi cosa sia
> >>> l'Ingestion Date o che differenza c'è tra SLC e GRD, ecc...
> >>>
>
>
>
> -----
> Alessandro Perego
> www.alspergis.altervista.org
> --
> Sent from:
> http://gfoss-geographic-free-and-open-source-software-italian-mailing.3056002.n2.nabble.com/
> _______________________________________________
> [hidden email]
> http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
> I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni
> dell'Associazione GFOSS.it.
> 796 iscritti al 28/12/2017
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Un ottimo motivo per imparare a usare dati copernicus/sentinel...

liste_girarsi
In reply to this post by AlsPer78
Il 06/10/2018 10:14, AlsPer78 ha scritto:

> Ciao,
> io mi sono studiato le basi del telerilevamento da autodidatta senza mai
> comprare nessun libro; certo la qualità delle mie conoscenze non è alla pari
> di un vero professionista comunque io non faccio telerilevamento (non
> progetto satelliti) ma fotointerpretazione, quindi mi bastano quelle nozioni
> che mi fanno capire cosa sto guardando. A questo scopo in internet c'è quasi
> tutto (soprattutto sui sito di NASA ed ESA), il problema è trovarlo.
> Acquistando un libro ovviamente si risparmia tempo (inoltre funziona anche
> quando manca la connesione internet).
>
> Ma veniamo al dunque:
>
> "Ingestion date" è quando il dato viene inserito nel Data Hub e reso
> disponibile al pubblico; ovviamente può essere ritardato di qualche giorno
> rispetto all'Acquisition date o Sensing date che è proprio quando il
> satellite vola sopra l'area telerilevata (e che di solito è la data più
> importante).
>
> Per le altre cose riguardanti in dati Sentinel-1 c'è la spiegazione qui:
> https://sentinel.esa.int/web/sentinel/user-guides/sentinel-1-sar
>
> In italiano c'è questa paginetta molto riassuntiva che avevo fatto nel 2015
> per una lezione e che ora è un po' datata (il Data Hub è un po' cambiato):
> http://www.alspergis.altervista.org/lezione/15b.html
>
> Se però sei a digiuno di nozioni di telerilevamento attento che
> l'acquisizione di dati radar (come i Sentinel-1) è una cosa ben più
> complessa del solito telerilevamento satellitare o aereo.
>
> Per cominciare ti consiglio quello che avevo fatto (sempre per la lezione di
> prima):
> http://www.alspergis.altervista.org/lezione/00.html (non è certo la cosa
> migliore che si trova in internet ma probabilmente è la più breve... e in
> italiano)
> in particolare sui dati radar:
> http://www.alspergis.altervista.org/lezione/07.html
> http://www.alspergis.altervista.org/lezione/15.html
>
> Una cosa più seria e quindi più complessa sui dati radar (fatta dall'ESA per
> i dati ENVISAT ma valida in generale) è qui:
> https://earth.esa.int/handbooks/asar/toc.html
>
> Spero di essere stato d'aiuto
>
> Alessandro
>
>
>

Grazie per la condivisione e per aver speso il tuo tempo a creare questo
utile wiki per me che sono niubbo è oro colato.

--
_|_|_|_|_|_|_|_|_|_
|_|_|_|_|_|_|_|_|_|_|
Simone Girardelli
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
12