due cose su QGIS

classic Classic list List threaded Threaded
4 messages Options
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

due cose su QGIS

pcav
Salve.
Guardando la pagina http://qgis.org/ noto due cose:
- la comunita' italiana continua ad essere la piu' presente (wow!), se rapportata al
N di abitanti
- sembra che i settori in cui e' piu' usato siano quelli piu' "poveri" (studenti,
ambiente), quelli dov'e' usato meno siano quelli piu' ricchi (militari, sicurezza,
petrolio); quindi il costo sembra essere il fattore principale per la scelta, il che
spiega la scarsita' di investimenti diretti nel progetto. Il settore che puo' fare la
differenza e' quello governativo, che lo usa molto, ed ha comunque risorse
sufficienti a sostenerlo; non a caso, uno degli sponsor principali e' una PA svizzera
(http://www.qgis.org/en/community/qgis-case-studies.html), che con circa 20k€/anno e'
responsabile del nuovo digitalizzatore, il nuovo sistema di stampa, ecc.
Saluti.
--
Paolo Cavallini: http://www.faunalia.it/pc
_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.faunalia.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: due cose su QGIS

pcav
Paolo Cavallini ha scritto:
> Salve.
> Guardando la pagina http://qgis.org/ noto due cose:

Ah, una terza: in un mese circa, il sito e' stato visitato da 177 paesi del mondo, su
circa 195. Quando uno dice che il sw libero riduce il digital divide...
Saluti.
--
Paolo Cavallini: http://www.faunalia.it/pc
_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.faunalia.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: due cose su QGIS

Patti Giuseppe
In reply to this post by pcav
Aggiungo come considerazione personale:


> - sembra che i settori in cui e' piu' usato siano quelli piu' "poveri" (studenti,
> ambiente),
ovvero quelli che per forza di cose devono ingegnarsi a trovare
soluzioni a basso costo equivalenti a prodotti commerciali blasonati

>  quelli dov'e' usato meno siano quelli piu' ricchi (militari, sicurezza,
> petrolio);
ovvero quelli che non ricercano soluzioni alternative ma semplicemente
si affidano a consulenti che poi sono anche "vendor" di un determinato
prodotto e quindi continueranno a vendere il GIS commerciale blasonato.
>  quindi il costo sembra essere il fattore principale per la scelta, il che
> spiega la scarsita' di investimenti diretti nel progetto. Il settore che puo' fare la
> differenza e' quello governativo, che lo usa molto, ed ha comunque risorse
> sufficienti a sostenerlo; non a caso, uno degli sponsor principali e' una PA svizzera
>  
il che è comunque un caso più unico che raro, visto che, almeno in
Italia ma credo sia un comportamento diffuso, le amministrazioni in
generale, pur con i tagli e le ristrettezze ai budget e alle spese, si
comportano esattamente come i produttori di petrolio pur non avendo lo
stesso bilancio ;-)



_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.faunalia.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: due cose su Qgis

Silvio Grosso
In reply to this post by pcav
Patti Giuseppe ha scritto:
> il che è comunque un caso più unico che raro, almeno in
> Italia, ma credo sia un comportamento diffuso.

Anche io concordo che, purtroppo, la mancata sponsorizzazione di progetti Open-source e' un comportamento diffuso anche all'estero.

Una felicissima eccezione a questo riguardo, in ambito GIS, oltre a Qgis, e' la sponsorizzazione per gvSIG.
In questo momento, oltre ad alcune regioni della Spagna, ci sono alcuni enti pubblici tedeschi che stanno iniziando a finanziare il progetto gvSIG.
Ad esempio, il comune di Monaco di Baviera.
Tramite delle sponsorizzazioni tedesche, tra le altre cose, sara' presto possibile creare in gvSIG dei diagrammi a torta e a  barre.
Un po' quello che e' gia' possibile fare  in altri software Gis tipo il gia' nominato Qgis ;-)

Penso che comunque non occorra mai disperare :-)
Ad esempio, tramite delle donazioni di privati, il software di disegno Krita (per Kde) e' stato in grado di raccogliere oltre 4000 euro nel giro di pochissimi giorni (vedi http://forum.kde.org/viewtopic.php?f=137&t=84512&p=141005#p141005).

Cordiali saluti a tutti

Silvio


     
_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.faunalia.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.