migrazione (molto parziale) all'open source

Previous Topic Next Topic
 
classic Classic list List threaded Threaded
6 messages Options
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|  
Report Content as Inappropriate

migrazione (molto parziale) all'open source

pcav
Questa l'esperienza della Provincia di Valencia:
http://www.gvpontis.gva.es/fileadmin/conselleria/images/Documentacion/memoria/gvpontis_ingles.pdf
Interessante, certo che ciamarla migrazione all'open source sembra piu'
una trovata pubblicitaria che altro. Senza nulla togliere ai brillanti
risultati, c'e' tantissimo sw proprietario qui dentro.
Saluti.
--
Paolo Cavallini: http://www.faunalia.it/pc
_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.faunalia.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|  
Report Content as Inappropriate

Re: migrazione (molto parziale) all'open source

Antonio Falciano
Paolo Cavallini ha scritto:
> Questa l'esperienza della Provincia di Valencia:
> http://www.gvpontis.gva.es/fileadmin/conselleria/images/Documentacion/memoria/gvpontis_ingles.pdf
> Interessante, certo che ciamarla migrazione all'open source sembra piu'
> una trovata pubblicitaria che altro. Senza nulla togliere ai brillanti
> risultati, c'e' tantissimo sw proprietario qui dentro.

Piuttosto che "molto parziale" (come la definisci tu) o "completa" (come
la definiscono loro), io la definerei "piuttosto avanzata".
Tantissimo sw proprietario qui dentro? Non credo!
Come best practise non e' male, siamo obiettivi!
A parte la propaganda, e' descritto come cercano di sostituire
gradualmente tutto il sw proprietario con applicazioni open source,
senza sforare il budget e mitigando il piu' possibile i disagi dovuti
alla migrazione. Il riferimento ai sw proprietari e' presente in
quanto rappresenta lo status quo ante da cui sono partiti,
caratterizzato dai soliti problemi di interoperabilita' e quant'altro.
Un altro gran bel risultato e' pure l'indotto che si e' creato attorno!
O sbaglio?

ciao
Antonio

--
Antonio Falciano
http://www.linkedin.com/in/antoniofalciano








_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.faunalia.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|  
Report Content as Inappropriate

Re: migrazione (molto parziale) all'open source

pcav
Antonio Falciano ha scritto:

> Come best practise non e' male, siamo obiettivi!

Sopno stato troppo rapido, quindi fraintendibile, sorry :)
Beh, la cosa e' corposa, e sicuramente da studiare con attenzione. Credo
sia il caso piu' importante, almeno in Europa. Pero' mi pare che di roba
proprietaria ne abbiano tenuta molta. Sicuramente hanno fatto i loro
conti e probabilmente e' per loro la scelta migliore, solo che chiamarla
migrazione all'open source mi pare un po' troppo, tutto li'.
Chi se la legge, ci dia altri elementi pls!
Salutoni.
--
Paolo Cavallini: http://www.faunalia.it/pc
_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.faunalia.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|  
Report Content as Inappropriate

Re: migrazione (molto parziale) all'open source

Paolo Dionisi Vici
In reply to this post by pcav

Salve a tutti,
da semplice appassionato (mi diverto a mappare con l'openmoko e altre quisquilie) sono andato a vedere il sito di gvsig e sono rimasto sorpreso nel vedere i requisiti per l'installazione di gvsigmobile:
http://www.gvsig.gva.es/index.php?id=1960&L=2&K=1.
...vedere che tutto sto ben di dio sia solo per windows mobile in tutte le salse mi fa un po' tristezza, tutto qua...
Paolo

--- Ven 19/6/09, Antonio Falciano <[hidden email]> ha scritto:

> Da: Antonio Falciano <[hidden email]>
> Oggetto: Re: [Gfoss] migrazione (molto parziale) all'open source
> A: "Paolo Cavallini" <[hidden email]>
> Cc: "GFOSS.it" <[hidden email]>
> Data: Venerdì 19 giugno 2009, 18:33
> Paolo Cavallini ha scritto:
> > Questa l'esperienza della Provincia di Valencia:
> > http://www.gvpontis.gva.es/fileadmin/conselleria/images/Documentacion/memoria/gvpontis_ingles.pdf
> > Interessante, certo che ciamarla migrazione all'open
> source sembra piu'
> > una trovata pubblicitaria che altro. Senza nulla
> togliere ai brillanti
> > risultati, c'e' tantissimo sw proprietario qui
> dentro.
>
> Piuttosto che "molto parziale" (come la definisci tu) o
> "completa" (come
> la definiscono loro), io la definerei "piuttosto
> avanzata".
> Tantissimo sw proprietario qui dentro? Non credo!
> Come best practise non e' male, siamo obiettivi!
> A parte la propaganda, e' descritto come cercano di
> sostituire
> gradualmente tutto il sw proprietario con applicazioni open
> source,
> senza sforare il budget e mitigando il piu' possibile i
> disagi dovuti
> alla migrazione. Il riferimento ai sw proprietari e'
> presente in
> quanto rappresenta lo status quo ante da cui sono partiti,
> caratterizzato dai soliti problemi di interoperabilita' e
> quant'altro.
> Un altro gran bel risultato e' pure l'indotto che si e'
> creato attorno!
> O sbaglio?
>
> ciao
> Antonio
>
> --
> Antonio Falciano
> http://www.linkedin.com/in/antoniofalciano
>
>
>
>
>
>
>
>
> _______________________________________________
> Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
> [hidden email]
> http://lists.faunalia.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a
> tutti.
> I messaggi di questa lista non rispecchiano
> necessariamente
> le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
>
>



     
_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.faunalia.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|  
Report Content as Inappropriate

Re: migrazione (molto parziale) all'open source

Giovanni Manghi
On Fri, 2009-06-19 at 10:33 -0700, [hidden email]
wrote:
> Salve a tutti,
> da semplice appassionato (mi diverto a mappare con l'openmoko e altre quisquilie) sono andato a vedere il sito di gvsig e sono rimasto sorpreso nel vedere i requisiti per l'installazione di gvsigmobile:
> http://www.gvsig.gva.es/index.php?id=1960&L=2&K=1.
> ...vedere che tutto sto ben di dio sia solo per windows mobile in tutte le salse mi fa un po' tristezza, tutto qua...
> Paolo

funziona anche su openmoko

http://gvsigmobileonopenmoko.wordpress.com/

http://fradeve.netsons.org/2009/03/rilasciato-gvsig-mobile-per-openmoko/



_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.faunalia.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|  
Report Content as Inappropriate

Re: migrazione (molto parziale) all'open source

Paolo Dionisi Vici
In reply to this post by pcav

Grazie della bella notizia Giovanni!
Mi è tornato il sorriso! provo subito il link...
Paolo

--- Ven 19/6/09, Giovanni Manghi <[hidden email]> ha scritto:

> Da: Giovanni Manghi <[hidden email]>
> Oggetto: Re: [Gfoss] migrazione (molto parziale) all'open source
> A: [hidden email]
> Cc: "GFOSS.it" <[hidden email]>
> Data: Venerdì 19 giugno 2009, 19:37
> On Fri, 2009-06-19 at 10:33 -0700, [hidden email]
> wrote:
> > Salve a tutti,
> > da semplice appassionato (mi diverto a mappare con
> l'openmoko e altre quisquilie) sono andato a vedere il sito
> di gvsig e sono rimasto sorpreso nel vedere i requisiti per
> l'installazione di gvsigmobile:
> > http://www.gvsig.gva.es/index.php?id=1960&L=2&K=1.
> > ...vedere che tutto sto ben di dio sia solo per
> windows mobile in tutte le salse mi fa un po' tristezza,
> tutto qua...
> > Paolo
>
> funziona anche su openmoko
>
> http://gvsigmobileonopenmoko.wordpress.com/
>
> http://fradeve.netsons.org/2009/03/rilasciato-gvsig-mobile-per-openmoko/
>
>
>
>
>


     
_______________________________________________
Iscriviti all'associazione GFOSS.it: http://www.gfoss.it/drupal/iscrizione
[hidden email]
http://lists.faunalia.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non rispecchiano necessariamente
le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
Loading...