qgis e geonode

classic Classic list List threaded Threaded
9 messages Options
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

qgis e geonode

Enzo Cocca
salve, non riesco a far funzionare geonode in qgis, mi da sempre
connessione fallita. Sono sparite anche le credenziali rispetto all
versione 3.0. Qualcuno di voi ci lavora con geonode e qgis?

E

--
Enzo Cocca PhD
in "Science and Technology for Archaeology and Cultural Heritage"
mail: [hidden email]
cell: +393495087014
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: qgis e geonode

Alessandro Pasotti-2
On Thu, Nov 22, 2018 at 8:06 AM Enzo Cocca <[hidden email]> wrote:

> salve, non riesco a far funzionare geonode in qgis, mi da sempre
> connessione fallita. Sono sparite anche le credenziali rispetto all
> versione 3.0. Qualcuno di voi ci lavora con geonode e qgis?
>
> E
>
>
Apri una pagina travagliata...

https://github.com/qgis/QGIS/pull/5634#discussion-diff-150991808R23

Per farla breve non supporta nessuna autenticazione: ma prima mostrava la
possibilità di inserire le credenziali senza che fosse implementato nulla
lato codice dando l'illusione che fosse supportato, adesso  almeno non le
mostra.

Se interessa la storia (così ti fai anche un'idea della qualità del codice):

Il primo revert massiccio della storia di QGIS:
https://github.com/qgis/QGIS/pull/4816#issuecomment-320528379
e poi
https://github.com/qgis/QGIS/pull/5153


--
Alessandro Pasotti
w3:   www.itopen.it
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: qgis e geonode

Enzo Cocca
Grazie alessandro, ma nella versione di qgis3.0 sembrava che funzionasse...

Il giorno gio 22 nov 2018 alle ore 08:39 Alessandro Pasotti <
[hidden email]> ha scritto:

>
>
> On Thu, Nov 22, 2018 at 8:06 AM Enzo Cocca <[hidden email]> wrote:
>
>> salve, non riesco a far funzionare geonode in qgis, mi da sempre
>> connessione fallita. Sono sparite anche le credenziali rispetto all
>> versione 3.0. Qualcuno di voi ci lavora con geonode e qgis?
>>
>> E
>>
>>
> Apri una pagina travagliata...
>
> https://github.com/qgis/QGIS/pull/5634#discussion-diff-150991808R23
>
> Per farla breve non supporta nessuna autenticazione: ma prima mostrava la
> possibilità di inserire le credenziali senza che fosse implementato nulla
> lato codice dando l'illusione che fosse supportato, adesso  almeno non le
> mostra.
>
> Se interessa la storia (così ti fai anche un'idea della qualità del
> codice):
>
> Il primo revert massiccio della storia di QGIS:
> https://github.com/qgis/QGIS/pull/4816#issuecomment-320528379
> e poi
> https://github.com/qgis/QGIS/pull/5153
>
>
> --
> Alessandro Pasotti
> w3:   www.itopen.it
>


--
Enzo Cocca PhD
in "Science and Technology for Archaeology and Cultural Heritage"
mail: [hidden email]
cell: +393495087014
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: qgis e geonode

Luigi Pirelli-2
In reply to this post by Alessandro Pasotti-2
giusto come nota a margine che non centra nulla con il soggetto del thread.
Questo primo revert massiccio ha dimostrato anche la maturita' del progetto
comunitario. Abbiamo scelto collettivamente di fare il revert visti gli
innumerevoli commenti negativi allo sviluppatore e nonostante lo spondor
della PR fosse la Banca Mondiale su un progetto di quello che era il Chair
di QGIS. Morale, e' molto difficile appropriarsi di qgis e farne porcate...
nostante questo, la mediazione fu una riscrittura da parte di nyall con
evidenti limitazioni... magari con la nova QgsNetworkManager sincrona si
puo' risolvere il probklema delle credenziali ?

un saluto

Luigi Pirelli

**************************************************************************************************
* LinkedIn: https://www.linkedin.com/in/luigipirelli
* Stackexchange: http://gis.stackexchange.com/users/19667/luigi-pirelli
* GitHub: https://github.com/luipir
* Mastering QGIS 2nd Edition:
*
https://www.packtpub.com/big-data-and-business-intelligence/mastering-qgis-second-edition
* Hire me: http://goo.gl/BYRQKg
**************************************************************************************************


On Thu, 22 Nov 2018 at 09:15, Alessandro Pasotti <[hidden email]> wrote:

> On Thu, Nov 22, 2018 at 8:06 AM Enzo Cocca <[hidden email]> wrote:
>
> > salve, non riesco a far funzionare geonode in qgis, mi da sempre
> > connessione fallita. Sono sparite anche le credenziali rispetto all
> > versione 3.0. Qualcuno di voi ci lavora con geonode e qgis?
> >
> > E
> >
> >
> Apri una pagina travagliata...
>
> https://github.com/qgis/QGIS/pull/5634#discussion-diff-150991808R23
>
> Per farla breve non supporta nessuna autenticazione: ma prima mostrava la
> possibilità di inserire le credenziali senza che fosse implementato nulla
> lato codice dando l'illusione che fosse supportato, adesso  almeno non le
> mostra.
>
> Se interessa la storia (così ti fai anche un'idea della qualità del
> codice):
>
> Il primo revert massiccio della storia di QGIS:
> https://github.com/qgis/QGIS/pull/4816#issuecomment-320528379
> e poi
> https://github.com/qgis/QGIS/pull/5153
>
>
> --
> Alessandro Pasotti
> w3:   www.itopen.it
> _______________________________________________
> [hidden email]
> http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
> I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni
> dell'Associazione GFOSS.it.
> 796 iscritti al 28/12/2017
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: qgis e geonode

Massimiliano Moraca
In reply to this post by Enzo Cocca
Buongiorno e scusate se mi intrometto andando un po' OT ma vorrei capirci
di più.
Sono interessato a GeoNode, pur non avendoci ancora avuto a che fare,
perchè vorrei proporlo ad una amministrazione comunale, dando la
possibilità ai tecnici comunali di interfacciarsi al DB per aggiornarlo
usando QGIS.
Allo stato attuale è una cosa fattibile o ci sono problemi che impediscono
l'aggiornamento con QGIS, e più in generale, l'uso  di GeoNode come
possibile WebGIS?

Il giorno gio 22 nov 2018 alle ore 10:05 Enzo Cocca <[hidden email]> ha
scritto:

> Grazie alessandro, ma nella versione di qgis3.0 sembrava che funzionasse...
>
> Il giorno gio 22 nov 2018 alle ore 08:39 Alessandro Pasotti <
> [hidden email]> ha scritto:
>
> >
> >
> > On Thu, Nov 22, 2018 at 8:06 AM Enzo Cocca <[hidden email]> wrote:
> >
> >> salve, non riesco a far funzionare geonode in qgis, mi da sempre
> >> connessione fallita. Sono sparite anche le credenziali rispetto all
> >> versione 3.0. Qualcuno di voi ci lavora con geonode e qgis?
> >>
> >> E
> >>
> >>
> > Apri una pagina travagliata...
> >
> > https://github.com/qgis/QGIS/pull/5634#discussion-diff-150991808R23
> >
> > Per farla breve non supporta nessuna autenticazione: ma prima mostrava la
> > possibilità di inserire le credenziali senza che fosse implementato nulla
> > lato codice dando l'illusione che fosse supportato, adesso  almeno non le
> > mostra.
> >
> > Se interessa la storia (così ti fai anche un'idea della qualità del
> > codice):
> >
> > Il primo revert massiccio della storia di QGIS:
> > https://github.com/qgis/QGIS/pull/4816#issuecomment-320528379
> > e poi
> > https://github.com/qgis/QGIS/pull/5153
> >
> >
> > --
> > Alessandro Pasotti
> > w3:   www.itopen.it
> >
>
>
> --
> Enzo Cocca PhD
> in "Science and Technology for Archaeology and Cultural Heritage"
> mail: [hidden email]
> cell: +393495087014
> _______________________________________________
> [hidden email]
> http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
> I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni
> dell'Associazione GFOSS.it.
> 796 iscritti al 28/12/2017
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Ingegnere, consulente GIS e ciclista urbano
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: qgis e geonode

Paolo Corti
On Thu, Nov 22, 2018 at 6:10 AM Massimiliano Moraca
<[hidden email]> wrote:

>
> Buongiorno e scusate se mi intrometto andando un po' OT ma vorrei capirci
> di più.
> Sono interessato a GeoNode, pur non avendoci ancora avuto a che fare,
> perchè vorrei proporlo ad una amministrazione comunale, dando la
> possibilità ai tecnici comunali di interfacciarsi al DB per aggiornarlo
> usando QGIS.
> Allo stato attuale è una cosa fattibile o ci sono problemi che impediscono
> l'aggiornamento con QGIS, e più in generale, l'uso  di GeoNode come
> possibile WebGIS?
>

Ciao Massimiliano

GeoNode di default usa come OGC engine GeoServer. E' possibile usare
QGIS Server al posto di GeoServer, ma io non ho mai provato questa
configurazione . Nel caso ti interessi specificatamente questa
configurazione ti raccomanderei di scrivere in lista geonode users:
https://lists.osgeo.org/cgi-bin/mailman/listinfo/geonode-users

Di sicuro puoi pero', anche usando GeoNode con GeoServer, sfruttare
QGIS Desktop per effettuare modifiche ai dati (editing vettori e
stili).
Nel primo caso - editing feature vettoriali - puoi creare in QGIS una
connessione WFS e editare i dati utilizzando l'endpoint WSF-T messo a
disposizione da GeoServer - piu' facile a farsi che a dirsi, e' tutto
trasparente all'utente in QGIS. Quando crei la connessione ricordati
di accedere con un utente che abbia i dovuti permessi ("change data
for this layer").
Nel secondo caso - editing stili - puoi cambiare lo stile usando QGIS
e poi fare l'upload dell'SLD dalla pagina del layer in GeoNode.

cordiali saluti
Paolo

--
Paolo Corti
Geospatial software developer
web: http://www.paolocorti.net
twitter: @capooti
skype: capooti
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: qgis e geonode

Massimiliano Moraca
Grazie mille

Il giorno lun 26 nov 2018 alle ore 17:35 Paolo Corti <[hidden email]> ha
scritto:

> On Thu, Nov 22, 2018 at 6:10 AM Massimiliano Moraca
> <[hidden email]> wrote:
> >
> > Buongiorno e scusate se mi intrometto andando un po' OT ma vorrei capirci
> > di più.
> > Sono interessato a GeoNode, pur non avendoci ancora avuto a che fare,
> > perchè vorrei proporlo ad una amministrazione comunale, dando la
> > possibilità ai tecnici comunali di interfacciarsi al DB per aggiornarlo
> > usando QGIS.
> > Allo stato attuale è una cosa fattibile o ci sono problemi che
> impediscono
> > l'aggiornamento con QGIS, e più in generale, l'uso  di GeoNode come
> > possibile WebGIS?
> >
>
> Ciao Massimiliano
>
> GeoNode di default usa come OGC engine GeoServer. E' possibile usare
> QGIS Server al posto di GeoServer, ma io non ho mai provato questa
> configurazione . Nel caso ti interessi specificatamente questa
> configurazione ti raccomanderei di scrivere in lista geonode users:
> https://lists.osgeo.org/cgi-bin/mailman/listinfo/geonode-users
>
> Di sicuro puoi pero', anche usando GeoNode con GeoServer, sfruttare
> QGIS Desktop per effettuare modifiche ai dati (editing vettori e
> stili).
> Nel primo caso - editing feature vettoriali - puoi creare in QGIS una
> connessione WFS e editare i dati utilizzando l'endpoint WSF-T messo a
> disposizione da GeoServer - piu' facile a farsi che a dirsi, e' tutto
> trasparente all'utente in QGIS. Quando crei la connessione ricordati
> di accedere con un utente che abbia i dovuti permessi ("change data
> for this layer").
> Nel secondo caso - editing stili - puoi cambiare lo stile usando QGIS
> e poi fare l'upload dell'SLD dalla pagina del layer in GeoNode.
>
> cordiali saluti
> Paolo
>
> --
> Paolo Corti
> Geospatial software developer
> web: http://www.paolocorti.net
> twitter: @capooti
> skype: capooti
>
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Ingegnere, consulente GIS e ciclista urbano
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: qgis e geonode

Amedeo Fadini
Per l'interazione QGIS Desktop - geonode io ho sempre gestito i dati in un
DB di postgresql separato, poi creavo i layer in Geoserver e infine li
pubblicavo in geonode con il comando
geonode updatelayers (oppure django-admin a seconda della installazione)

Gli stili sld li gestisco in geoserver o in geonode.

Per una infrastruttura comunale direi che è la cosa più semplice: gli
utenti accedono direttamente ai dati e li modificano secondo i loro
permessi e l'admin gestisce la pubblicazione. Unico inconveniente spesso lo
stile SLD esportato da QGIS andava rimaneggiato a mano, ma credo che con la
2.8 sia migliorata la compatiilità.

NB: il comando updatelayers va lanciato con lo user www-data e consiglio di
impostare un superuser a sé stante per distinguer i layer creati in
automatico (che avranno come proprietario questo utente)

Il giorno mar 4 dic 2018 alle ore 07:46 Massimiliano Moraca <
[hidden email]> ha scritto:

> Grazie mille
>
> Il giorno lun 26 nov 2018 alle ore 17:35 Paolo Corti <[hidden email]> ha
> scritto:
>
> > On Thu, Nov 22, 2018 at 6:10 AM Massimiliano Moraca
> > <[hidden email]> wrote:
> > >
> > > Buongiorno e scusate se mi intrometto andando un po' OT ma vorrei
> capirci
> > > di più.
> > > Sono interessato a GeoNode, pur non avendoci ancora avuto a che fare,
> > > perchè vorrei proporlo ad una amministrazione comunale, dando la
> > > possibilità ai tecnici comunali di interfacciarsi al DB per aggiornarlo
> > > usando QGIS.
> > > Allo stato attuale è una cosa fattibile o ci sono problemi che
> > impediscono
> > > l'aggiornamento con QGIS, e più in generale, l'uso  di GeoNode come
> > > possibile WebGIS?
> > >
> >
> > Ciao Massimiliano
> >
> > GeoNode di default usa come OGC engine GeoServer. E' possibile usare
> > QGIS Server al posto di GeoServer, ma io non ho mai provato questa
> > configurazione . Nel caso ti interessi specificatamente questa
> > configurazione ti raccomanderei di scrivere in lista geonode users:
> > https://lists.osgeo.org/cgi-bin/mailman/listinfo/geonode-users
> >
> > Di sicuro puoi pero', anche usando GeoNode con GeoServer, sfruttare
> > QGIS Desktop per effettuare modifiche ai dati (editing vettori e
> > stili).
> > Nel primo caso - editing feature vettoriali - puoi creare in QGIS una
> > connessione WFS e editare i dati utilizzando l'endpoint WSF-T messo a
> > disposizione da GeoServer - piu' facile a farsi che a dirsi, e' tutto
> > trasparente all'utente in QGIS. Quando crei la connessione ricordati
> > di accedere con un utente che abbia i dovuti permessi ("change data
> > for this layer").
> > Nel secondo caso - editing stili - puoi cambiare lo stile usando QGIS
> > e poi fare l'upload dell'SLD dalla pagina del layer in GeoNode.
> >
> > cordiali saluti
> > Paolo
> >
> > --
> > Paolo Corti
> > Geospatial software developer
> > web: http://www.paolocorti.net
> > twitter: @capooti
> > skype: capooti
> >
> _______________________________________________
> [hidden email]
> http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
> I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni
> dell'Associazione GFOSS.it.
> 796 iscritti al 28/12/2017
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: qgis e geonode

Massimiliano Moraca
Grazie per le preziose informazioni Amedeo

Il giorno mar 4 dic 2018, 10:05 Amedeo Fadini <[hidden email]> ha scritto:

> Per l'interazione QGIS Desktop - geonode io ho sempre gestito i dati in un
> DB di postgresql separato, poi creavo i layer in Geoserver e infine li
> pubblicavo in geonode con il comando
> geonode updatelayers (oppure django-admin a seconda della installazione)
>
> Gli stili sld li gestisco in geoserver o in geonode.
>
> Per una infrastruttura comunale direi che è la cosa più semplice: gli
> utenti accedono direttamente ai dati e li modificano secondo i loro
> permessi e l'admin gestisce la pubblicazione. Unico inconveniente spesso lo
> stile SLD esportato da QGIS andava rimaneggiato a mano, ma credo che con la
> 2.8 sia migliorata la compatiilità.
>
> NB: il comando updatelayers va lanciato con lo user www-data e consiglio di
> impostare un superuser a sé stante per distinguer i layer creati in
> automatico (che avranno come proprietario questo utente)
>
> Il giorno mar 4 dic 2018 alle ore 07:46 Massimiliano Moraca <
> [hidden email]> ha scritto:
>
> > Grazie mille
> >
> > Il giorno lun 26 nov 2018 alle ore 17:35 Paolo Corti <[hidden email]>
> ha
> > scritto:
> >
> > > On Thu, Nov 22, 2018 at 6:10 AM Massimiliano Moraca
> > > <[hidden email]> wrote:
> > > >
> > > > Buongiorno e scusate se mi intrometto andando un po' OT ma vorrei
> > capirci
> > > > di più.
> > > > Sono interessato a GeoNode, pur non avendoci ancora avuto a che fare,
> > > > perchè vorrei proporlo ad una amministrazione comunale, dando la
> > > > possibilità ai tecnici comunali di interfacciarsi al DB per
> aggiornarlo
> > > > usando QGIS.
> > > > Allo stato attuale è una cosa fattibile o ci sono problemi che
> > > impediscono
> > > > l'aggiornamento con QGIS, e più in generale, l'uso  di GeoNode come
> > > > possibile WebGIS?
> > > >
> > >
> > > Ciao Massimiliano
> > >
> > > GeoNode di default usa come OGC engine GeoServer. E' possibile usare
> > > QGIS Server al posto di GeoServer, ma io non ho mai provato questa
> > > configurazione . Nel caso ti interessi specificatamente questa
> > > configurazione ti raccomanderei di scrivere in lista geonode users:
> > > https://lists.osgeo.org/cgi-bin/mailman/listinfo/geonode-users
> > >
> > > Di sicuro puoi pero', anche usando GeoNode con GeoServer, sfruttare
> > > QGIS Desktop per effettuare modifiche ai dati (editing vettori e
> > > stili).
> > > Nel primo caso - editing feature vettoriali - puoi creare in QGIS una
> > > connessione WFS e editare i dati utilizzando l'endpoint WSF-T messo a
> > > disposizione da GeoServer - piu' facile a farsi che a dirsi, e' tutto
> > > trasparente all'utente in QGIS. Quando crei la connessione ricordati
> > > di accedere con un utente che abbia i dovuti permessi ("change data
> > > for this layer").
> > > Nel secondo caso - editing stili - puoi cambiare lo stile usando QGIS
> > > e poi fare l'upload dell'SLD dalla pagina del layer in GeoNode.
> > >
> > > cordiali saluti
> > > Paolo
> > >
> > > --
> > > Paolo Corti
> > > Geospatial software developer
> > > web: http://www.paolocorti.net
> > > twitter: @capooti
> > > skype: capooti
> > >
> > _______________________________________________
> > [hidden email]
> > http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
> > Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
> > I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni
> > dell'Associazione GFOSS.it.
> > 796 iscritti al 28/12/2017
> _______________________________________________
> [hidden email]
> http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
> Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
> I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni
> dell'Associazione GFOSS.it.
> 796 iscritti al 28/12/2017
_______________________________________________
[hidden email]
http://lists.gfoss.it/cgi-bin/mailman/listinfo/gfoss
Questa e' una lista di discussione pubblica aperta a tutti.
I messaggi di questa lista non hanno relazione diretta con le posizioni dell'Associazione GFOSS.it.
796 iscritti al 28/12/2017
Ingegnere, consulente GIS e ciclista urbano